00 2 min 4 settimane

La Guardia di Finanza di Salerno, unitamente al locale Ufficio delle Dogane, nell’ambito dell’azione prestata a
presidio della legalità e per la tutela dei cittadini, ha posto in essere l’ennesima iniziativa di solidarietà a favore
della Caritas Diocesana salernitana, donando oltre 1.300 capi d’abbigliamento, per lo più destinati a bambini,
oggetto di un sequestro eseguito dalle Fiamme Gialle congiuntamente ai funzionari doganali, all’esito di
un’attività di contrasto alla contraffazione.
La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, rilevata l’effettiva esigenza ed il sicuro utilizzo ai
fini umanitari della merce oggetto di provvedimento cautelare, ha disposto la devoluzione ai cittadini più
bisognosi della comunità degli articoli sottratti al mercato del “falso”, altrimenti destinati alla distruzione.
Alla consegna, avvenuta presso gli Uffici dell’Agenzia delle Dogane, hanno presenziato i rappresentanti
dell’ente caritatevole che quotidianamente si adoperano per i meno fortunati, nonché i militari e i funzionari
doganali che hanno effettuato il sequestro.
L’iniziativa, che si pone nel quadro dell’impegno costantemente profuso dalle due Amministrazioni a sostegno
della collettività, rappresenta dunque una forma ideale di connubio tra i concetti di “lotta alla contraffazione” e
“solidarietà”.
Si tratta, dunque, dell’ennesima testimonianza dell’attitudine ad adempiere agli obiettivi operativi in materia di
contrasto alla criminalità economico-finanziaria, senza astenersi comunque da impegni di natura benefica, volti
ad assicurare una maggiore giustizia ed equità sociale.

Redazione