00 3 min 1 settimana
Il boom dell’astensionismo e le sfide che attendono il “partito più votato dagli under 30”

Riceviamo e pubblichiamo

“Al termine di una campagna elettorale che ci ha visti in campo a sostegno della proposta politica del Partito Democratico, riteniamo che ci siano dei dati che meritino un doveroso approfondimento.
Il primo, scontato, è purtroppo il drammatico dato dell’astensionismo: meno di un italiano su due
non è andato a votare. Va ancora peggio al SUD e, purtroppo, nella nostra Maddaloni, dove ha votato solo un cittadino su tre. Un dato terribile, ma ampiamente prevedibile: se la politica smette di dare risposte concrete, non interessa più a nessuno.
A fare da contraltare, però, c’è il secondo dato rilevante, che è quello che vede il PD primo partito tra gli under 30 ed al SUD, dove raccogliamo tanti voti di lista. Un buon punto di partenza che, ancora di più, ci impegna a Maddaloni a portare avanti, anche e soprattutto fuori dal consiglio comunale, un impegno concreto per una nuova proposta politica progressista.
Lo faremo col supporto di un Partito Democratico in netta crescita in tutto il Paese e della nostra
europarlamentare Pina Picierno, che continua con grande merito il suo impegno in Europa.
Lo faremo con l’obiettivo di dare, anche in Città, una nuova casa a tutti coloro che intendono
proiettare il loro impegno nel costruire una società più equa, più giusta, più solidale. Una società in cui il diritto ad un lavoro dignitoso, ad una salute pubblica di qualità ed ad un ambiente salubre non siano più barattabili. Una società in cui sia, per tutti, ancora possibile rivendicare il diritto di vivere in pace.
Lo faremo con l’entusiasmo dei tanti militanti, degli iscritti, dei simpatizzanti, dei tanti ragazzi che hanno animato i seggi in questi giorni. Sono loro a rappresentare il nostro modello di fare politica.
Un modello che ci ha regalato un risultato ottimo! Siamo la terza lista più votata in città, con un
margine di miglioramento grande ed inesplorato, se solo si considera il dispendioso impegno
profuso in campagna elettorale dalle varie anime della maggioranza di governo cittadina.
Lo faremo, però, non senza aver dato inizio ad una fase di discussione interna, aperta, franca ed inclusiva che ci consenta di ripartire con maggiore forza, conducendoci, finalmente, ad un nuovo congresso cittadino. Lavoreremo affinché tutti i democratici maddalonesi si sentano coinvolti e rappresentati da questo nuovo corso”.

Redazione