00 4 min 3 settimane
Il co-titolare della Scuola “Dolce & Salato” di Maddaloni, leader nel Centro Sud per la formazione, ci ha mostrato la preparazione del suo esclusivo menù per gli imminenti giorni di festa. Un trionfo di antichi sapori

L’orto e la campagna protagoniste assolute dell’esclusivo menù di Pasqua e Pasquetta che lo Chef Giuseppe Daddio ha realizzato nell’Arena della Dolce & Salato, la scuola di cucina e pasticceria leader per il Centro Sud nella formazione. A coronamento di una stagione da incorniciare, ricca di trionfi e novità, (in primis la nuova sede di via Viviani a Maddaloni – CLICCA QUI E GUARDA IL NOSTRO SERVIZIO), non potevano le creazioni per i giorni di festa che, quest’anno, puntano principalmente sull’esaltazione di verdura ed ortaggi.

Fresco vincitore del Leone D’Oro di Venezia alla carriera, Chef Daddio ha confezionato un menù di Pasqua dedicato alle radici della nostra terra dove ovviamente non mancano le proposte classiche del periodo. La Pastiera, Regina incontrastata della tavola, e il Casatiello Salato fanno bella mostra di sè perchè ci sono riti pressoché irrinunciabili. I piatti della Pasqua, poi, si trasferiscono “in mezzo all’orto” per un trionfo di sapori e soprattutto per riscoprire la cucina di una volta che nasceva proprio dalla coltivazione e dell’esaltazione dei prodotti della terra.

Un menù pensato principalmente per i giovani – afferma Giuseppe Daddioverso i quali abbiamo il dovere di insegnare le tradizioni e tramandare i piatti dei nostri nonni. L’orto viene esaltato e presentato in tutta la sua genuinità. Prodotti come piselli, asparagi, carciofi e fave rappresentano anche il benvenuto alla primavera oltre che il modo migliore per trascorrere i giorni di festa mangiando bene e tenere sempre in vista il benessere. Ai nostri giovani allievi, insegniamo sempre la cucina del passato prima di proiettarci nel futuro“.

La preparazione dei tortelli con ripieni di minestra maritata e puntine di costine

Due primi, un secondo e i rustici che “aprono” ogni tavola pasquale che si rispetti. Chef Daddio griffa il menù 2024 con la novità assoluta de “L’Uovo nell’Orto“, il piatto che abbraccia il simbolo della festa e l’arrivo della primavera. L’uovo pochè che si bagna in una tavolozza colorata di zucca, cipollotto, zucchine, peperoni, scarola riccia e ravanelli. Ancora una volta, poi, Daddio fa del risotto il suo asso nella manica, servito con piselli, fave, asparagine, zucchine, brodo vegetale, finocchio e menta fresca.

L’Uovo in mezzo all’orto creato dallo Chef

L’immancabile minestra maritata entra come ripieno nei tortelli serviti in brodo con accompagnamento di puntine di costine. Altro classico rivisitato è il cosciotto di agnello che prende forma in un morbido bon bon avvolto in crosta di patate, funghi cardoncelli e piselli. Il palato gioisce con pizza rustica sfogliata con erbe di campo e pancetta e l’imperiale casatiello salato per concludere con la pastiera e senza mai dimenticare le Colombe Campioni del Mondo del Maestro Aniello Di Caprio della Pasticceria Lombardi, per ricordare ancora una volta lo strepitoso successo del Pastry Chef di Maddaloni.

SEGUI GIORNALE NEWS SUL SITO UFFICIALE

Vincenzo Lombardi