00 4 min 3 mesi
Nella settimana che celebra la Memoria e l’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e nel 30° Anniversario dell’uccisione di Don Peppe Diana, gli studenti della Fondazione protagonisti di un intenso dibattito con il Magistratio

In vista della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che sarà celebrata il 21 marzo, si è tenuto, nella bella cornice della Sala Chollet del Villaggio dei Ragazzi, un convegno sui temi della legalità e della lotta alla criminalità che ha visto la partecipazione, in qualità di relatori, del dott. Catello Maresca, politico e già magistrato, Membro del pool che nel 2011 catturò il boss dei Casalesi Michele Zagaria, e del giornalista e scrittore Paolo Miggiano, entrambi noti per il lungo e incessante impegno antimafia.

Ospite d’ eccezione per la testimonianza di vita personale resa il dott. Franco La Torre, figlio del compianto onorevole Pio, promotore della legge sul reato di associazione mafiosa e sulla confisca dei loro beni, che nel 1982 pagò il prezzo più alto, quello della vita, per la ferma ed incessante lotta in difesa della legalità. Di fronte ad una ricca platea di studenti e docenti sono stati molti i temi cruciali della lotta alla criminalità mafiosa affrontati con un excursus sui fatti e le vicende relative alla prima guerra dello Stato alle cosche, fino agli attentati del 1990, alla morte dei magistrati Falcone e Borsellino in quella che è stata definita “l’ultima stagione“, la più cruenta, delle stragi di mafia e alla cattura dei boss Zagaria e Matteo Messina Denaro.

L’evento, moderato e coordinato dal Prof. Antonio Centore, docente universitario insignito dei più alti riconoscimenti a livello nazionale per la sua incessante attività di divulgatore della legalità nelle scuole, ha visto un’attiva ed interessata partecipazione dei ragazzi, supportati, per l’occasione, dalle docenti Maria Fulgeri, si è inserito nel filone delle iniziative che il “Villaggio” promuove già dal 2015 con lo scopo di rafforzare l’incontro tra Istituzioni e studenti per accrescere nei ragazzi la cultura del rispetto delle regole.

Evento promosso dal docente universitario di Maddaloni, prof. Antonio Centore da danni impegnato nella divulgazione della giustizia nelle scuole. Tra gli ospiti illustri Franco La Torre. A fare gli onori di casa il Commissario del “Villaggio”, avv. Antonio Caradonna

A fare gli onori di casa, al dott. Catello Maresca e tutta la prestigiosa platea di ospiti, l’avv. Antonio Caradonna, Commissario straordinario della Fondazione che dopo la consegna di una targa e di un gagliardetto del Villaggio ai convenuti in segno di stima ed amicizia, a margine dell’incontro, ha dichiarato: “Il convegno di oggi, con gli eccellenti ospiti che hanno voluto onorarci della loro prestigiosa presenza,  arricchisce ulteriormente l’ ambizioso progetto del Villaggio finalizzato all’educazione alla legalità e al rafforzamento dell’educazione civica nelle Scuole dell’Ente e ci sprona a continuare con sempre maggiore impegno anche per il futuro”. Tra gli altri,  presenti in sala il Maggiore Massimo Esposito, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Maddaloni e il mondo dell’ associazionismo calatino.

Vincenzo Lombardi