00 2 min 5 giorni

Il titolare dell’esercizio commerciale, approfittando di un momento di distrazione dell’uomo, è riuscito a chiamare attraverso il numero di emergenza “112” i Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere che, in pochi minuti, grazie alla presenza in circuito della pattuglia della Stazione di Macerata Campania, sono intervenuti sul posto.

L’aggressore, accortosi del sopraggiungere dei militari, ha cercato di allontanarsi, ma è stato prontamente raggiunto e bloccato.

A seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di una pistola a salve marca “Bruni” modello “92” calibro 9, contenente 3 cartucce e priva di tappo rosso. L’arma è stata sottoposta a sequestro.

Dovrà rispondere di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e porto di armi per cui non è ammessa la licenza, il 41enne del Napoletano che qualche giorno fa, dopo essersi presentato con il volto travisato da una mascherina ffp3 presso una rivendita di autovetture a Macerata Campania, nel casertano, ed aver chiesto di poter parlare con il proprietario, ha estratto una pistola minacciando i presenti.

Il titolare dell’esercizio commerciale, approfittando di un momento di distrazione dell’uomo, è riuscito a chiamare attraverso il numero di emergenza “112” i Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere che, in pochi minuti, grazie alla presenza in circuito della pattuglia della Stazione di Macerata Campania, sono intervenuti sul posto.

L’aggressore, accortosi del sopraggiungere dei militari, ha cercato di allontanarsi, ma è stato prontamente raggiunto e bloccato.

A seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di una pistola a salve marca “Bruni” modello “92” calibro 9, contenente 3 cartucce e priva di tappo rosso. L’arma è stata sottoposta a sequestro.

Redazione