00 1 min 1 mese

MADDALONI- Rimozione alberi a rischio, atto terzo. Avviata la rimozione selettiva degli alberi di alto fusto nel cimitero. Il taglio selettivo si è reso necessario sia per difendere gli altri esemplari non attaccati dai parassiti e malattie e sia per la sicurezza dei visitatori. La rimozione è stata necessaria anche per evitare il rischio crollo delle strutture alboree ormai secche. L’intervento è stato reso necessario anche in chiave preventiva. Anche, in questo caso, il comune ha incaricato un agronomo di valutare lo stato delle piante. Il primo responso è arrivato: oltre una ventina sono state abbattute perché malate. Spiega il vicesindaco, assessore ai lavori pubblici, Nicola Corbo: “Si è concluso il monitoraggio che ha riguardato tutti gli alberi del cimitero. Quelli rimossi sono stati eliminati solo perché sarebbero pericolosi per le loro condizioni. Ci sono poi esemplari morti, altri colpiti da parassiti e tarli”. E’ previsto anche un piano di piantumazione di nuovi esemplari.

Redazione