00 2 min 3 settimane
Carabinieri denunciano 3 persone e sequestrano quintali di botti

Il Capodanno è lontano, lo è anche l’idea che la sicurezza debba essere una priorità.

Perché anche una piccola scintilla avrebbe potuto generare un’enorme esplosione e far letteralmente saltare in aria una palazzina.

Siamo in località Vignitella nel comune di Giugliano in Campania.

I carabinieri della sezione radiomobile locale hanno scoperto un magazzino al cui interno erano stoccati quintali di botti e fuochi d’artificio.

Oltre 5mila pezzi di varia natura, dai fuochi pirotecnici fino a grossi petardi. Batterie a ventaglio, colpi di mortaio, fumogeni e materiale di ogni genere per il confezionamento dei botti. Anche diversi “flame projectors”, dispositivi in grado di generare alte colonne verticali di fuoco, 60 metri di micce, batterie di fuochi acquatici. Tutti detenuti illegalmente.

Nei guai un 43enne di Giugliano, un 67enne di Qualiano e un 33enne di Villaricca. Il deposito, in uso ai tre, è stato sequestrato e i fuochi affidati agli artificieri per il campionamento e la distruzione.

Redazione