00 1 min 5 mesi

Il 6 dicembre u.s., a Capaccio Paestum (SA), i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito “un’ordinanza applicativa della misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alla persona offesa con applicazione del braccialetto elettronico” emessa, su richiesta di questa Procura, dal G.I.P. del Tribunale di Salerno nei confronti di un 43enne originario del napoletano per “maltrattamenti contro familiari o conviventi” ed “atti persecutori” contro la moglie. Il provvedimento cautelare è scaturito a seguito della denuncia presentata dalla donna nei confronti del coniuge convivente per le aggressioni fisiche e verbali ricevute. Il provvedimento è ovviamente suscettibile di impugnazione e le accuse così formulate, saranno sottoposte al vaglio del giudice nelle fasi ulteriori del procedimento.

Redazione