00 2 min 4 settimane
Disposto l’arresto di un 57enne ritenuto gravemente indiziato dei delitti di atti persecutori, lesioni aggravate, violenza sessuale e diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Avellino, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di un 57enne della provincia di Avellino, ritenuto gravemente indiziato dei delitti di atti persecutori, lesioni aggravate, violenza sessuale e diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti nell’ipotesi del cd. revenge porn ai danni di una quarantanovenne di questa provincia. L’attività d’indagine, avviata lo scorso mese di ottobre, trae origine dalla denuncia della donna, vittima – da oltre un decennio – di condotte persecutorie, estorsive e violente poste in essere dall’indagato. L’uomo, dopo un breve rapporto sentimentale di natura extraconiugale e durante il quale, con l’inganno, aveva realizzato un video del rapporto sessuale, rifiutando la decisione della donna di interrompere la relazione l’avrebbe minacciata di pubblicare online e inviare ai di lei familiari le immagini a contenuto sessualmente esplicito che la ritraevano, continuando, poi, a molestarla, cagionandole lesioni e un perdurante stato di ansia e di paura tale da costringerla ad alterare le proprie abitudini di vita.

Redazione