00 2 min 2 mesi
Saranno cantierizzate opere di compensazione e ripristino delle stato originario dei luoghi. Oltre all’apertura della nuova tratta dell’Appia degli svincoli e anche della parallela via Carmignano, sarà asfaltata tutta la stradale da località Giardinetti, fino allo svincolo per Cervino

MADDALONI- Un discorso cominciato nel 2019, ben prima dell’apertura dei cantieri della Bari-Napoli, e culminato in un braccio di ferro. Alla fine ha prevalso il buon senso: la riqualificazione dell’Appia, nel territorio di Maddaloni, si farà. Abbiamo chiesto al sindaco Andrea De Filippo chiarimenti su un intervento molto atteso.

Riqualificazioni si e riqualificazione forse. Si faranno le opere necessarie per rimettere in sesto una strada che versa in uno stato molto precario?

Nel 2019, era stato definito un piano di riqualificazione manutenzione straordinaria con Rfi. Oggi, dopo qualche tentennamento, andremo a stipulare un protocollo d’intesa su tutti gli interventi che saranno eseguiti.

Nel merito cosa accadrà?

Saranno cantierizzate opere di compensazione e ripristino delle stato originario dei luoghi. Oltre all’apertura della nuova tratta dell’Appia degli svincoli e anche della parallela via Carmignano, sarà asfaltata tutta la stradale da località Giardinetti, fino allo svincolo per Cervino. L’opera sarà divisa in due tipologie di interventi.

Quali sarebbero?

Il primo, l’Appia, dai Giardinetti fino a località Murelle, sarà ripavimentato da Rfi a titolo di ripristino delle zone danneggiate dal transito dei mezzi d’opera. Per i restanti, 700 metri (fino allo svincolo per Cervino), procederà il comune grazie ad un finaziamento.

E su via Carmignano che succederà?

Abbiamo chiesto una cogestione del collettore fognario con annesse vasche di raccolta e pompe di sollevamento. La gestione, gli oneri dei costi e la manutenzione sarà fatta dal comune ma in collaborazione con Rfi. Di fatto, tutta la viabilità interna e quella di accesso sull’Appia sarà riqualificata, asfaltate adeguata. E con essa alcuni sottoservizi essenziali.

Redazione