00 5 min 3 settimane
Dopo Marco Mengoni anche Giorgia, seconda co-conduttrice, si prende la scena con una prova impeccabile e un medley che manda in estasi l’Ariston. La vera emozione, però, la regala il Maestro che torna sulla scena a due anni dal mieloma

Se nella serata di apertura Marco Mengoni si era preso la scena, nella seconda ci pensa Giorgia a mettere il punto esclamativo. La cantante romana avrà pure sbagliato lo scorso Festival, quando era in gara, ma, nella serata che la vede co-conduttrice, mette la Chiesa al centro del Villaggio di Sanremo dapprima con un battesimo spigliato nell’inedita veste, poi con la celebrazione dei 30 anni dal successo di “E poi“, infine con un medley che trasforma l’Ariston in un’arena che trabocca di brividi.

Emozionante Giovanni Allevi nello scatto di Capodanno/Ruggiero

Brividi a forte densità che si manifestano con l’arrivo sul palco di Giovanni Allevi che, a due anni dal mieloma, torna a suonare il pianoforte nonostante uno stato di salute ancora precario. Il Maestro racconta la sua esperienza, la luce che diventa improvvisamene buio mentre girava il mondo con il suo spettacolo, la voglia di ricominciare e “se non potrò più contare sul fisico, farò tutto con l’anima“.

Sempre più convincente Gazzelle (ph.: Capodanno/Ruggiero)

Tra la stucchevole ospitata di John Travolta, il cast di “Mare Fuori” che promoziona la nuova stagione attraverso dei pensieri dedicati al femminicidio e la meritata celebrazione di Sanremo ai 70 anni di “Romagna Mia”, canzone simbolo del liscio e delle balere romagnole e dalla famiglia Casadei, si manifesta il secondo ascolto per 15 dei Big in gara con la conduzione che diventa Co.Co.Co. (il conduttore che introduce la conduttrice che chiama i co-conduttori a presentare i colleghi) per la gioia delle battute di Fiorello.

Ancora applausi per Big Mama (ph.: Capodanno/Ruggiero)

Il secondo giro di Sanremo 2024, manda in orbita l’ “Onda Alta” di Dargen D’Amico e fa apprezzare il giovane Alfa con il suo pop bagnato dal country. Scala posizioni Emma che non va per niente in “Apnea” e si propone come artista non convenzionale. Big Mama si prende la scena, i The Kolors non fanno nulla per nascondere la loro voglia di facile leggerezza, Geolier fa il debuttante ma con lo stile del veterano. Merita più della sufficienza anche Clara, debuttante già con le spalle large. I suoi “Diamanti Grezzi” non passeranno inosservati.

Il televoto e la giuria delle radio ribaltano parzialmente il risultato. Piccolo passo indietro per Annalisa e la Bertè, grande balzo in avanti per il rapper napoletano ed Irama

Loredana Bertè ancora acclamata dalla platea dopo il primo posto assegnatogli dalla stampa durante la prima serata (LEGGI IL NOSTRO SERVIZIO), Annalisa è consapevole che questo potrebbe essere il suo Festival e la sua disinvoltura è a tratti imbarazzante, il look con reggicalze a vista fa il resto. Passerella promozionale per Leo Gassmann, due volte all’Ariston come cantante e vittoria tra i Giovani nel 2020, che vestirà i panni, domenica 11 febbraio, di Franco Califano nella fiction di RaiUno dedicata al grande cantautore.

Standing ovation per Giorgia (ph.: Capodanno/Ruggiero)

Seconda serata senza particolari fuori programma e scossoni e diretta che si chiude all’ una e trenta con il secondo giro di classifica decretato da TELEVOTO E GIURIA DELLE RADIO. Questo il responso che va ad aggiungersi al salvadanaio del primo giro in attesa del computo totale di sabato sera. Piccole ma importanti novità. Mahmood, Loredana Bertè ed Annalisa restano in TOP FIVE ma dal quinto al terzo posto. Novità ai vertici con il secondo posto di Irama (la cui canzone, “Tu no“, aveva già convinto il pubblico) e soprattutto con il botto del primo posto per Geolier premiato dalle due giurie. La lotta per la vittoria si allarga clamorosamente.

Vincenzo Lombardi