00 2 min 1 mese
Per l’emergenza organici in medicina a Sessa Aurunca, l’Asl ha disposto la mobilità e la chiusura degli ambulatori dell’area medica nei presidi di Sessa Aurunca, Maddaloni/San Felice e Santa Maria Capua Vetere

MADDALONI- Aprono i cantieri. E chiudono parte degli ambulatori. Insomma, l’Asl garantisce lo svolgimento dei lavori. Ma non più i medici. Andiamo per ordine: è cominciato lo scavo delle fondazioni per il nuovo pronto soccorso. Da questa mattina, scavatori al lavoro. L’area di cantiere è stata isolata. Per questo, sono stati rivoluzionati gli accessi al nosocomio:da subito, per gli utenti  non autonomi (barellati o in sedia a rotelle) e per il personale non sarà più possibile accadere dal varco principale di via Libertà. Per le attività di ricovero, per l’accesso agli esami diagnostici e alla attività dei reparti nonché attività ambulatoriali attivate, si potrà entrare dal vecchio accesso di via Roma (scala C). Per spostarsi tra le varie aree del nosocomio sarà necessario utilizzare il tunnel sotterraneo che consentirà di accedere ai vari servizi erogati nell’area della scala A (CUP, Archivio, Laboratorio Analisi ed Uffici della Direzione Presidiale) per potere raggiungere l’area interessata dalle attività di scavo delle fondazione del nuovo Pronto Soccorso.

Mobilità temporanea per il personale medico

Poiché all’ospedale di sessa Aurunca, a seguito di dimissioni di medici internisti e il prossimo pensionamento del responsabile di medicina, si è creata una condizione di emergenza e di insostenibilità dei turni. Pertanto, il manager Blasotti ha disposto la sospensione delle attività ambulatoriali dell’area medica nei presidi di Sessa Aurunca, Maddaloni/San Felice e Santa Maria Capua Vetere. Avviata la procedura urgente di reperimento del personale per la copertura dei turni. Le aree interessate sono: medicina interna, pneumologia, gastroenterologia, geriatria, cardiologia, lungodegenza. Il provvedimento è subordinato ai tempi di espletamento del concorso regionale per il reclutamento del personale medico

Redazione