10 3 min 3 mesi

Sempre Santa Maria a Vico al centro dell’attenzione mediatica. L’assessore Marcantonio Ferrara si è dimesso, anche da consigliere comunale.

Atto che avrà certamente delle ripercussioni politiche. Innanzitutto, salvo rinuncia, subentrerà Pasquale Iadaresta primo dei non eletti. Poi è da capire se il sindaco Pirozzi vorrà operare in giunta solo la sostituzione di Ferrara, oppure approfittare per un rimpasto più ampio.

Ci pare molto più probabile la prima ipotesi, anche per evitare di destabilizzare la maggioranza già in difficoltà come non mai.

Fra i tre possibili papabili alla carica di assessore, tra Vigliotti, Moniello e De Lucia, Nuzzo non lo prendiamo in considerazione in quanto in fase “polemica”, ci pare che il primo abbia più chance di entrare. Rimane poi da assegnare il ruolo di capogruppo, per quel che vale questa “carica”.

Le deleghe che il sindaco dovrebbe assegnare sono lo sport ed edilizia sportiva, i servizi cimiteriali, commercio e mercato. Proprio quest’ultima delega potrebbe ritornare a Iadaresta che già in passato ha avuto tale incarico, oltre ad essere stato presidente del consiglio comunale.

L’opposizione, almeno quella di Città di Idee va all’attacco e chiede una commissione d’acceso al Ministro dell’Interno. Brutto il manifesto presentato con il titolo: Fuori uno, a quando gli altri?

E’ comprensibile l’atteggiamento da mal comune mezzo gaudio.

Con tutta probabilità Santa Maria rimarrà al centro dell’attenzione a lungo.

A San Felice a Cancello sono stati approvati dalla giunta tre progetti di riqualificazione di tre punti di aggregazione, tre piazze, Botteghino, Ponti Rossi e San Marco Trotti del costo complessivo di 500.000€.

Ad Arienzo è iniziato il Christmas Village con una serie di eventi che si concluderanno il 07/01/2024. Interessante l’incontro con lo scrittore Maurizio De Giovanni il 07 dicembre alla chiesa dell’Annunziata alle 18:30.

Di 660.000€ il rifacimento dello stadio in Cervino e in particolar modo: un rivestimento in erba sintetica; ricostruzione della rete perimetrale interna, per la recinzione dell’intero rettangolo di gioco; creazione di un sistema di drenaggio delle acque meteoriche, per la raccolta e il riciclo, con irrigazione automatica del manto erboso; ricostruzione degli spogliatoi, secondo la normativa della Lega Nazionale Dilettanti; installazione dei sediolini nella tribuna, che tornerà ad essere agibile e aperta al pubblico. Si provvederà, inoltre, alla ricostruzione del muro perimetrale collocato alle spalle degli spogliatoi, scongiurando il pericolo di crollo con la messa a norma della parete esterna, a garanzia della totale e sicura fruibilità della struttura.

Si prevede che l’opera sarà finito entro l’estate del 2024.

Resta sempre aggiornato con le notizie di GiornaleNews – Tutte le notizie in tempo reale

PUNGIGLIONE blog – Opinioni su Politica e Cultura della Valle di Suessola

Alfredo Ferrara