10 5 min 3 mesi
Una bellissima ed apprezzata opera realizzata dalla studentessa dell’Istituto Alberghiero, Giusy Caiazzo con il docente/chef Antonio Passariello

Ha già compiuto diciotto anni ed è attesa dal primo appuntamento importante della sua vita, l’esame di maturità che affronterà a giugno per concludere il suo brillante percorso scolastico. Nel frattempo, Giusy Caiazzo, studentessa del quinto anno dell’Istituto Alberghiero al Villaggio dei Ragazzi, ha già avuto modo di mettersi in evidenza realizzando un vero e proprio concept con la cosa che più le piace fare: i dolci.

In una settimana delicatissima, ricca di cronaca e riflessioni incentrate sul drammatico tema della violenza sulle donne, Giusy ha iniziato a “pasticciare” con creme e sfoglie realizzando la bellissima “Nude Cake“, una torta speciale dedicata al femminicidio e presentata durante l’incontro dibattito che si è svolto a San Felice a Cancello, nell’Aula Consiliare, organizzato dall’Associazione “San Felice a Cancello Al Centro” e che ha visto la presenza delle istituzioni (in primis il sindaco Emilio Nuzzo) e soprattutto di chi ogni giorno cerca di combattere la piaga della violenza (LEGGI IL NOSTRO SERVIZIO)

Frutti di bosco e crema al formaggio a simboleggiare la forza e la passione delle donne e il sostegno alle ingiustizie ricevute

L’Associazione presieduta da Mena Forcella, però, ha voluto includere nel programma anche un momento di golosità con fine benefico, attraverso un concorso di dolci che ha visto gareggiare tante eccellenze del territorio alla presenza di una giuria di esperti presieduta da Emilio Gniola, il famoso “Emilio il Pasticciere“, inventore del Roccobabà. Giusy, giovanissima partecipante al contest, in rappresentanza dell’Istituto Alberghiero, ha stupito ed emozionato tutti con la squisita “Nude Cake“, preparata sotto gli attenti e fondamentali consigli del docente/chef, Antonio Passariello (insieme nella foto in home).

Un dolce che ha subito conquistato i favori della platea, partecipando alla vendita di beneficenza per la raccolta fondi in favore della Cooperativa “Irene95” che si occupa dei minori rimasti orfani dopo il dramma del femminicidio. Frutti di bosco, crema al formaggio, l’immancabile colore rosso che decora l’opera e le scarpette rosse al centro di una “Nude Cake” partita dai laboratori didattici del “Villaggio dei Ragazzi” per lanciare un messaggio forte ed incisivo attraverso l’arte della pasticceria.

Giusy Caiazzo, col la sua Nude Cake, tra il sindaco Emilio Nuzzo ed Emilio “Il Pasticciere”

Ho immaginato la lotta alla violenza sulle donne – ci racconta Giusy Caiazzocome una torta complessa dove non poteva mancare un retrogusto amaro come le ombre scure della violenza che cancellano i colori vibranti della dignità femminile. I frutti di bosco, con il loro ardente colore rosso, rappresentano la forza e la passione delle donne, la loro vitalità che sgorga come il succo dei frutti maturi. Sono il richiamo alla resistenza, una celebrazione della vitalità intrinseca che la violenza cerca di soffocare“.

Giusy, il prossimo mese di giugno, sosterrà l’esame di maturità prima di intraprendere il doppio percorso di pasticceria ed Università

La crema al formaggio, con la sua consistenza avvolgente, simboleggia la solidarietà e il sostegno. È l’ingrediente – continua la studentessa di San Felice a Cancello – che lega insieme la torta della comunità, offrendo un rifugio sicuro per coloro che hanno subito ingiustizia. La scelta di questo elemento riflette la necessità di costruire una rete di supporto robusta, un tessuto sociale che si rifiuti di accettare la violenza come una realtà ineluttabile. Il colore bianco della crema al formaggio, con la sua purezza, aggiunge una nota di speranza, simboleggiando la possibilità di una nuova pagina, di una società che abbraccia la virtù della gentilezza e della giustizia“.

Mena Forcella, presidente dell’Associazione, con Emilio “Il Pasticciere”

In attesa del diploma e di iniziare quella che sicuramente sarà una splendida carriera da solista della pasticceria, Giusy Caiazzo ha già regalato soddisfazioni mature, permettendo al Villaggio dei Ragazzi di essere vicino a una tematica che ha colpito la sensibilità di tutti. I sogni della studentessa, però, non si fermano alla voglia di sfornare dolci. Terminata la scuola, Giusy, resterà tra i banchi per il percorso universitario che la porterà a diventare una nutrizionista.

Vincenzo Lombardi