0 00 3 min 5 mesi 54
Grandi ritardi, forti disagi, tempi non rispettati, vivibilità compromessa, negati i pochi spazi verdi urbani

MADDALONI- Continuano le passeggiate dell’Osservatore con i baffi”, tra i piccoli ritardi e disservizi che compromettono la vivibilità e la rendono insostenibile. Questa volta, pone l’accento su uno dei problemi più inquietanti, e meno dibattuto da sempre: la lunghezza esagerata e la totale mancanza di certezza nell’esecuzione dei piccoli lavori pubblici. E’ il caso delle villette comunali ennesimo caso di lungaggini incomprensibili. Così come è incomprensibile il silenzio immotivato dei delegati alla villette e al cimitero cioè di Enzo Bove sempre lesto agli annunci e sempre silenzioso sui disservizi. Che dire alle mamme e ai bambini? il mistero continua.

Buongiorno, come sempre, da Osservatore, mi corre l’obbligo di rappresentare il disagio cittadino, raccontando richieste semplici di ordinarieta’ civile.

Nella mattinata di venerdì, ritornando a casa, nell’aprire la porta, mi sono incontrato con l’amica di mia moglie, Maria, mamma di tre bambini. La Maria, nel rappresentarmi che le scuole, come sempre, si erano chiuse anticipatamente per volontà oscura …, mi chiedeva se fosse possibile fare una telefonata al Sindaco, che Voi mi avete fatto votare, Affinché si riaprissero le villette ove portare i bambini, che attualmente, con disagio li porto all’area attrezzata Eurospin in prossimità di Caserta. Risposi: Maria la telefonata la posso fare davanti a te, ma la risposta sarà una perifrasi che non porterà a nulla.

Ti prometto che fatti gli opportuni accertamenti, né farò una osservazione per iscritto.

Detto ciò, fatte alcune telefonate, mi hanno riferito che ” probabilmente l’apertura delle villette ci sarà per fine mese, ovvero 30 giugno….. salvo complicazioni”.

Passeggiando, mi sono soffermato sul cartellone posto sulla recinzione della villa Iano Pacifero, ingresso Via Imposimato, foto che  allego. Dalla lettura del cartellone, salta a gli occhi, la data di Consegna Lavori 11 febbraio 2021 Tempo di Esecuzione GG.60 ovvero a fare data 13 aprile 2021 i lavori dovevano essere consegnati. Oggi 06 giugno 2021, si constata che, i lavori non sono, assolutamente, terminati tanto da inficiarne l’apertura chissà a quando.

Sinceramente, se io fossi uno dei rappresentati, sia esso politico o dipendente comunale, sul cartellone, dalla vergogna, rifletterei, seriamente, sulle dimensioni di qualcuno.

Con l’aggravante che l’assessore competente, sulla sua pagina Facebook , ha pubblicato una locandina afferente  ” L’APERTURA DOG PARK SABATO 12 ORE 10 “, OVVERO l’apertura di una villetta per cani…

A prescindere di essere animalista o meno, A  VOI le giuste considerazioni