0 00 3 min 3 settimane 128

SANTA MARIA A VICO – Con la nuova ordinanza numero 165 del 29 Dicembre 2021 il Sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, ha disposto nuove misure finalizzate al contenimento del contagio da Covid-19 su tutto il territorio comunale e negli uffici comunali. Dell’importante misura il primo cittadino ne ha parlato nel corso di un videomessaggio attraverso il quale si è appellato, in modo particolare, al senso di responsabilità dei cittadini. L’ordinanza, nello specifico, prevede per il periodo dal 29/12/2021 al 9/01/2022 quanto segue:
⁃ sospensione delle attività presso gli asili nido, le ludoteche e i centri ricreativi per l’infanzia;
⁃ chiusura dei circoli ricreativi;
⁃ cancellazione di tutte le manifestazioni pubbliche e private;
⁃ sospensione di ogni evento di trattenimento ed intrattenimento presso tutti gli esercizi commerciali;
⁃ rispetto dell’ordinanza regionale numero 28 del 2021 in relazione al consumo di alimenti e bevande all’interno dei locali cosiddetti “bar”;
⁃ in occasione delle esequie, il divieto di recarsi presso la casa del defunto e/o la camera ardente con l’eccezione dei parenti e/o affini entro il terzo grado nonché l’obbligo di rispetto delle norme di distanziamento con divieto di contatto durante ed al termine della funzione religiosa.
Per quanto riguarda, invece, le misure previste a tutela dei dipendenti degli uffici comunali l’ordinanza prevede per il periodo dal 3/01/2022 al 31/01/2022 quanto segue:
⁃ accesso alle strutture comunali solo su preventivo appuntamento ed esibizione del cosiddetto “green pass rafforzato”;
⁃ collocazione in “smart working” dei ragazzi impiegati nel Servizio Civile Nazionale;
⁃ misure idonee a garantire adeguati livelli di funzionamento degli uffici;
⁃ divieto di consumo di alimenti e bevande all’interno degli ambienti lavorativi.
Infine, il Sindaco Pirozzi nel raccomandare alle attività commerciali di adottare misure di contingentamento degli ingressi, ha ricordato che saranno intensificati i controlli sul territorio di concerto con la Polizia Municipale, la locale Stazione dei Carabinieri ed il Commissariato di Polizia non solo nelle attività commerciali ma anche in tutte le aree pubbliche.