0 00 4 min 2 settimane 280

Al via gli screening, volontari e gratuiti, riservati agli alunni, al personale docente, al personale ATA, di ogni ordine e grado, dell’Istituto Comprensivo “E. Fermi”: è con questa iniziativa, fissata per le giornate di sabato 15 e domenica 16 gennaio, che il sindaco Giuseppe Vinciguerra e l’Amministrazione, nella persona della consigliera delegata alla Pubblica Istruzione Maria Grazia Stravino e dell’assessore delegato alla Sanità e alla Protezione Civile Francesco Piscitelli, intendono far ripartire la Scuola, garantendo la massima sicurezza al termine di una settimana di chiusura disposta con un’apposita Ordinanza sindacale, emanata allo scadere delle festività. I test antigenici rapidi saranno effettuati presso il Plesso Capasso, sito a Messercola, secondo una turnazione per classi e sezioni, rispetto alla quale si richiede, esplicitamente, puntualità. Gli alunni potranno essere accompagnati da un solo genitore munito di Green Pass. In caso di famiglie con più figli in classi diverse, si è stabilita la possibilità di effettuare tutti i tamponi in un unico turno, purché il genitore prenda come riferimento almeno una classe di appartenenza, comunicando i relativi dati al personale presente all’accettazione. Questa la ripartizione ufficiale per Scuola, valida per docenti e alunni: si parte sabato, dalle ore 15.00 alle 18.00, con la Media “E. Fermi” e, dalle ore 18.00  alle 19.00, con la Primaria di Forchia; domenica, dalle ore 9.30 alle 10.00, sarà la volta dell’Infanzia Capasso e, dalle ore 10.00 alle 10.30, dell’Infanzia Don Valentino; gli studenti delle Primarie Capasso e Don Valentino saranno attesi dalle ore 10.30 fino alle 13.00. Per visionare le classi, con la ripartizione dettagliata, sarà possibile utilizzare i canali di comunicazione ufficiali, fermo restando che è stata garantita la diffusione delle informazioni su tutto il territorio comunale. La Dirigente, il personale amministrativo e i collaboratori scolastici potranno, invece, scegliere di sottoporsi allo screening in un arco di tempo più ampio: sabato, dalle ore 15.00 alle 19.00, e domenica, dalle ore 9.30 alle 13.00. I risultati dei test avranno, naturalmente, una funzione preventiva, allo scopo di frenare il rientro in aula di eventuali positivi e di contenere i contagi, che, come sta accadendo in molti altri Comuni del Casertano, sono in netta crescita. “Dato l’aumento dei casi, verificatosi soprattutto tra alunni e docenti – ha dichiarato la consigliera alla Pubblica Istruzione, congiuntamente all’assessore alla Sanità – abbiamo prolungato di una settimana la chiusura delle Scuole, allo scopo di monitorare l’andamento della curva epidemiologica e, soprattutto, per organizzare una riapertura in sicurezza. Abbiamo scelto di investire nella salute dei nostri piccoli concittadini, ritenendola una priorità. Facciamo un appello all’osservanza delle turnazioni, non solo per questioni logistiche, ma anche per evitare assembramenti e agire nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. Guardiamo al rientro della prossima settimana con maggiore fiducia, certi della massima adesione a un’iniziativa che tocca gli interessi dell’intera collettività”.