0 00 1 min 1 settimana 183

Ruba un auto e quando i carabinieri lo scoprono fugge a tutta velocità. Nel momento in cui si rende conto di non avere scampo abbandona la vettura e scappa a gambe levate. Riesce quasi a dileguarsi ma perde i documenti durante la corsa e, temendo di essere identificato, torna indietro. Ad aspettarlo, carta di identità e codice fiscale già recuperati, i Carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli. È così che è finito in manette Emanuele Margarita, 26enne di Piscinola già noto alle ffoo. L’auto era stata rubata ai “Ponti Rossi” e Margarita la stava spingendo in Via Calata Capodichino con una seconda vettura, insieme ad un complice in fase di identificazione. Il 26enne è stato sottoposto ai domiciliari ed è in attesa di giudizio. Continuano le ricerche del complice.