0 00 2 min 12 mesi 309

La partita è importante e i tifosi sono tanti così come è imponente l’impiego delle forze dell’ordine per garantire ai cittadini di godersi una serata di calcio. Capita però che un tifoso parcheggi la propria auto in via Veniero e che un parcheggiatore abusivo chieda la c.d. “cosa a piacere”. L’atto è di per se penalmente e moralmente rilevabile ma questa volta si va oltre. L’uomo – Umberto Del Sole, 50enne del posto già noto alle forze dell’ordine – pretende dall’uomo il denaro per poter parcheggiare e soprattutto ritrovare la sua auto “immacolata”. La tassa prevista è di 5 euro ma la vittima non ci sta e si rifiuta. Gli animi iniziano ad agitarsi ma fortunatamente una pattuglia della stazione Posillipo e una gazzella del nucleo radiomobile di Napoli sono lì vicino, sono lì per questo. I militari intervengono e constatano la tentata estorsione. Il parcheggiatore abusivo viene arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Per la vittima, a prescindere dalla sua passione calcistica, una serata vissuta all’insegna del diritto civile.