0 00 1 min 10 mesi 252

«La data del 30 aprile non sarà più uno spauracchio per le famiglie dei ragazzi con disturbi dello spettro autistico. Il Consiglio di Stato, con un’articolata sentenza, ha messo la parola fine a tutti i contenziosi in atto normalizzando l’erogazione delle terapie, archiviando definitivamente la questione delle proroghe. Nei prossimi giorni il direttore dell’Asl Ferdinando Russo pubblicherà un’apposita delibera che recepirà le decisioni del Consiglio di Stato, e che, soprattutto restituirà serenità alle famiglie alla quali sarà garantita continuità terapeutica, requisito fondamentale per affrontare i disturbi dello spettro autistico». Lo rende noto Vincenzo Santangelo, consigliere regionale del Gruppo Italia Viva al consiglio regionale della Campania.