0 00 1 min 2 mesi 389

Un insospettabile 24enne di Giugliano, incensurata, mai sotto i riflettori della giustizia. Si presenta al desk dell’ufficio postale di via Magellano stringendo tra le mani un assegno di 10mila euro, compilato in suo favore. La somma è piuttosto elevata e il cassiere drizza immediatamente le antenne: qualcosa non quadra. Chiede alla donna i documenti e qualche minuto di pazienza per fare alcune fotocopie. Si allontana e chiama i Carabinieri. Quando i militari della sezione radiomobile arrivano, verificano il documento e scoprono che è palesemente contraffatto. La 24enne è così finita in manette per possesso di documenti di identificazione falsi, il suo assegno (e la carta di identità) posto sotto sequestro. E’ ora ai domiciliari in attesa di giudizio.