Nave da guerra dalla secca del po
0 00 1 min 2 mesi 253

A causa delle mancate piogge, dalla secca del Po è riemersa una nave da guerra affondata nel 1943, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il 10 giugno scorso l’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po, tenendo conto di vari valori tra cui la presenza di neve sull’arco alpino ed il livello dei laghi, ha diramato questo allarmante report.

La portata del fiume, che normalmente in questo periodo dell’anno si aggira attorno ai 1.800 m³/s, è scesa a poco più di 300 m³/s, permettendo alle acque del mar Adriatico di risalire la foce del Po fino a 10 km nell’entroterra.

Questo, anche a causa delle mancate piogge di maggio e giugno 2022.

Questo dato è ancora più allarmante se si pensa ai danni che questa anomala siccità, la peggiore in 70 anni, sta portando alla filiera di produzione agricola che, si stima, quest’anno produrrà almeno il 40% in meno rispetto agli anni precedenti.