0 00 3 min 2 mesi 141
Ascolta l'Articolo
Voiced by Amazon Polly

Dopo tre anni alla guida delle Fiamme Gialle partenopee il Generale di Brigata Gabriele Failla cede il comando al Generale di Brigata Paolo Borrelli, con una cerimonia interna tenuta nella storica sede della caserma “Zanzur” di Via De Gasperi, alla presenza del Comandante Regionale Campania, Generale di Divisione Giancarlo Trotta. Il Generale Gabriele Failla lascia il complesso incarico di Comandante Provinciale dopo oltre tre anni di indiscusso impegno istituzionale, caratterizzato anche da una intensa sinergia con tutte le Forze dell’ordine e le Istituzioni dello Stato nella lotta contro l’illegalità che ha permesso al Corpo di raggiungere risultati eccezionali contro le frodi alle entrate e alle uscite del bilancio pubblico nazionale ed europeo, nonché alla criminalità economica e a quella organizzata. Gli subentra il Generale Paolo Borrelli, 49 anni, di origini napoletane. L’ufficiale, quadrilaureato, ha assunto, negli anni, numerosi incarichi operativi (tra gli altri, presso i Nuclei di polizia economico finanziaria di Roma e Milano, il Nucleo di Vicenza, di cui ha assunto la responsabilità per un quadriennio, il Comando Provinciale di Livorno, che ha retto per un triennio) e di Stato Maggiore presso il Comando Generale del Corpo, ove, fino a pochi giorni fa, è stato a capo dell’Ufficio Tutela Uscite e Mercati del III Reparto Operazioni. Il Generale Borrelli, nel corso della cerimonia di passaggio di consegne, nel ringraziare sia la Gerarchia che il Gen. Failla e nell’esprimere vicinanza al personale dipendente, ha manifestato orgoglio ed emozione nell’assumere il delicato e prestigioso incarico, definendolo “sfidante e molto complesso, in una città che ha
tante anime e contraddizioni, bellissima e realmente straordinaria, con un proprio cuore, per la quale sarà necessario proseguire nel solco delle sinergie interistituzionali da tempo tracciato”. Il Comandante Regionale ha rivolto al Generale Gabriele Failla parole di profonda stima e di riconoscenza per tutto il lavoro e i risultati ottenuti dalla Guardia di Finanza in un triennio contrassegnato da sfide senza precedenti, accogliendo il Generale Paolo Borrelli con i migliori auspici di buon lavoro.