0 00 2 min 1 mese 144
Ascolta l'Articolo
Voiced by Amazon Polly

Si è concluso il primo giorno di consultazione al Quirinale. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato al termine della giornata, come da calendario le delegazioni di M5S, prima, e Pd, dopo.

«Abbiamo chiesto al presidente della Repubblica di essere garante dell’unità nazionale, troppe parole hanno fatto pensare che questo tema sia importante nei prossimi mesi. Per noi l’unità del Paese è fondamentale». Lo ha detto il segretario
del Pd, Enrico Letta, dopo le consultazioni al Ouirinale, aggiungendo poi: «Il governo dica parole chiare sulla campagna vaccinale, sulla sanità per tutti e sull’impegno a rafforzare la sanità pubblica. Non vogliamo ambiguità da parte della maggioranza».

L’intervento di Enrico Letta (PD)

«Abbiamo espresso al presidente Mattarella sconcerto per i contrasti tra le forze di centrodestra che si accingono a formare un governo. Siamo al di là di una dialettica accesa con uno scontro che immagino si comporrà con la formazione del nuovo esecutivo. Devono essere consapevoli che il Paese non può attendere ed attardarsi su scontri e conflitti. Bisogna metterli da parte e rispondere alle attese
dei cittadini». Lo ha detto Giuseppe Conte, leader del M5S, parlando al Quirinale nell’ambito delle consultazioni per la formazione del nuovo governo. «Ci aspettiamo – ha continuato Conte – un esecutivo a forte vocazione europeista, una connotazione e una trazione necessaria e indiscutibile, un esecutivo che abbia chiara la collocazione euroatlantica e che sia pronto ad affrontare la crisi in atto».

L’intervento di Giuseppe Conte