0 00 3 min 2 settimane 129
Ascolta l'Articolo
Voiced by Amazon Polly

Nel corso dei predisposti servizi di vigilanza lungo le arterie autostradali, nel transitare sulla carreggiata sud dell’A/1, esattamente al km 721 ricadente nel comune di Capua (CE), personale della Sottosezione Polizia Stradale di Caserta Nord procedeva al controllo di una Citroen C3 con due soggetti a bordo, che poco prima avevano tentato di sottrarsi al controllo di polizia. A bordo dell’autovettura vi erano due uomini, di circa 50 anni, con numerosi precedenti penali. Dopo un accurato controllo, i poliziotti riuscivano a rinvenire, sul polso destro di uno dei fermati, un orologio con cinturino rosso mentre, sotto al sedile anteriore destro, veniva rinvenuto un borsello in similpelle di colore marrone contente la somma in contanti di euro 1900 e numerosi monili in oro per i quali, i due fermati, non erano in grado di fornire indicazioni circa il possesso. All’interno del veicolo, inoltre, venivano rinvenuti due cellulari e un biglietto autostradale attestante l’ingresso ad Orte dell’A/1.

Per approfondire gli accertamenti i due soggetti venivano accompagnati negli Uffici della Sottosezione Polizia Stradale di Caserta Nord. La successiva attività di indagine permetteva di appurare che i soldi rinvenuti e tutti i monili in oro erano il provento di una truffa commessa in danno di una anziana donna di anni 80, nel comune di Marsciano della provincia di Perugia. La perfetta sinergia tra gli uomini della Polizia Stradale di Caserta Nord e i Carabinieri della Stazione di Marsciano permetteva, nelle fasi della successiva attività di indagine, di raccogliere gravi indizi di reità a carico dei soggetti fermati, in ordine alla truffa aggravata commessa in danno dell’anziana donna. Dalla disamina di quanto riferito dalla vittima emergeva che i malviventi erano riusciti a raggirarla con artifizi, facendole credere un coinvolgimento della figlia in un incidente stradale, in seguito al quale era stata rinchiusa nelle camere di sicurezza in quanto sprovvista di assicurazione. Una volta ottenuto l’assoggettamento dell’anziana donna, i malviventi la raggiungevano presso la sua abitazione di Marsciano dove un uomo, presentatosi come avvocato, si faceva consegnare tutto il denaro e l’oro in possesso della donna, per poi fuggire via. Nonostante il compimento dell’evento criminale, i due soggetti venivano poi intercettati e bloccati sul tratto autostradale dell’A/1 dai poliziotti della Polizia Stradale di Caserta.

All’esito degli accertamenti, le due persone fermate venivano tratte in arresto in flagranza di reato perché ritenuti indiziati del delitto a loro contestato e tradotti presso la Casa Circondariale di Santa Maria a disposizione dell’A.G. procedente. Tutta la refurtiva rinvenuta, riconosciuta come propria dall’anziana donna, veniva sequestrata in attesa della restituzione all’avente diritto.