0 00 2 min 2 settimane 137

Ha raggiunto la stazione carabinieri di Giugliano e ha parcheggiato la sua auto davanti alla porta carraia. Nessuno poteva uscire o entrare.

Francesco Palma, 45 anni e già noto alle forze dell’ordine, è rimasto nell’abitacolo. Senza spostare l’auto, nonostante i clacson chiedessero spazio.

All’ennesima richiesta di un carabiniere, il 45enne ha ingranato la retromarcia e senza curarsi minimamente del militare ha accelerato fino a far stridere le ruote sull’asfalto. Ha poi colpito l’auto privata di un altro carabiniere che doveva entrare in caserma per iniziare il suo turno. Quest’ultimo è rimasto lievemente ferito.

Palma è stato arrestato e poi sottoposto ai domiciliari.

Dopo qualche ora, una telefonata in caserma dal numero fisso di una tabaccheria di Giugliano. Dall’altra parte della cornetta la voce di un uomo: “Nessuno può arrestare Francesco Palma!”.

Era proprio il 45enne poco prima finito in manette.

Secondo arresto qualche minuto più tardi. Questa volta per evasione. I carabinieri lo hanno trovato in tabaccheria nonostante l’obbligo imposto dai domiciliari.

E’ ora in carcere, in attesa di giudizio.