0 00 2 min 2 anni 111

MADDALONI- “Non sono consentiti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria, salvo che siano dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute”. Tra le tante restrizioni, collegate all’entrata in vigore della zona rossa, c’è anche quella scongiurare i cambiamenti di domicilio. E’ possibile gestire ispezioni, casa per casa, degli impianti di riscaldamento. Il problema delle verifiche dei tecnici di terra di Lavoro spa è sul tavolo, La provincia sembra ver risposto con un mezzo si e un mezzo no.

Vicesindaco Bove che risposta dare ai destinatari degli avvisi?

Stanno arrivando a centinaia di maddalonesi e non solo , da parte della Società Terra di Lavoro, degli avvisi per verifiche domiciliari degli impianti termici. È evidente che in piena pandemia questa attività non è opportuna sia per la sicurezza degli operai della Terra di Lavoro e sia per quella dei cittadini visto anche che da domani Maddaloni e l’intera Campania saranno in zona rossa.

E quindi che si fa?

In qualità di Vice Sindaco stamattina – sollecitato anche da cittadini solerti -ho già contattato (per le vie brevi )il Presidente della Provincia per chiedere la sospensione immediata del servizio. Egli concordava sulle difficoltà del momento ma…

Ma?

Mi poneva la questione di autorizzazione derivante da codice ateco del Dpcm.

Siamo al problema delle autorizzazioni?

È una questione delicata e il servizio – secondo noi ( amministrazione comunale ) – va sospeso ma va affrontato in chiave nazionale con il Governo e L’ Anci e l’Upi. Pertanto, ringrazio il presidente Magliocca per la disponibilità ad approfondire immediatamente la questione. Il Comune di Maddaloni ha sollevato la questione e aggiorneremo i cittadini.