00 3 min 3 settimane
Gli azzurri vincono in rimonta sul Verona per 2 a 1. In goal il neoacquisto ex gialloblu

Kvaratskhelia regala i tre punti al Napoli e allontana lo spettro di un inciampo pericoloso. Contro il Verona arrivano in extremis tre punti miracolosi per tornare alla vittoria ed evitare il tracollo.

Parte bene la squadra di Mazzarri; un Napoli tonico e propositivo, con il Georgiano che parte subito forte e almeno in due occasioni costringe Montipò agli straordinari. Manca anche un rigore sul 77 del Napoli che viene toccato in area.

Gli azzurri poi iniziano a sbagliare tantissimo; il Verona riesce ad uscire dalla sua metà campo ma mai tanto da impensierire Gollini.

Torna lo spettro di un Napoli che non riesce a costruire, a sviluppare le trame di un gioco che possa minimamente impensierire il Verona.

SECONDO TEMPO DI FOLLIA

Il Napoli rientra in campo così come uscito dopo i primi 45 minuti. È il Verona, però, a pescare il jolly e di testa Coppola trova il vantaggio che sembra essere un macigno sugli azzurri.

La reazione c’è fortunatamente con Mazzocchi, Lindstrom che serve al centro dove Ngonge batte Montipò, favorito anche da una deviazione di Dawidowicz. Il pari riapre la gara con il Napoli che ci prova in velocità e da una palla recuperata ancora da Mazzocchi che serve Kvara: il georgiano inventa un gol pazzesco.

Una vittoria miracolosa che limita almeno un po’ le polemiche; tre punti, per dare un minimo di serenità e tenere il quarto posto ancora ad un punto. Il rilancio, però, è ancora tutto da vedere. Qualche segnale positivo dai nuovi arrivati. “L’avete visto oggi – ha commentato Mazzarri in conferenza – la partita si è vinta con i cambi. Lindstrom l’ho spostato a sinistra con Kvara dietro la punta e lì ha fatto molto bene. In futuro è il ruolo che farà meglio”.

TABELLINO

Marcatori: 72′ Coppola (V), 79′ aut. Dawidowicz (N), 87′ Kvaratskhelia (N)

NAPOLI (4-3-3): Gollini 6,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6, Juan Jesus 7, Mario Rui 6 (52′ Mazzocchi 6); Anguissa 6, Lobotka 6,5 (85′ Dendoncker sv), Cajuste 5,5 (62′ Lindstrom 6,5); Politano 6 (62′ Ngonge 7), Simeone 5,5 (85′ Raspadori sv), Kvaratskhelia 7,5. All. Mazzarri.

VERONA (4-2-3-1): Montipò 7,5; Tchatchoua 5,5, Coppola 7 (86′ Magnani sv), Dawidowicz 6, Cabal 6; Duda 6,5 (86′ Tavsan sv), Serdar 6; Folorunsho 6,5, Suslov 6 (82′ Dani Silva sv), Lazovic 6,5 (81′ Vinagre sv); Noslin 5 (60′ Swiderski 5,5). All. Baroni.

Arbitro: Piccinini

Ammoniti: Coppola (V), Mario Rui (N), Suslov (V), Lindstrom (N), Lobotka (N)

Espulsi: nessuno

Redazione On Line