00 2 min 2 mesi
Avviate le procedure di allestimento del cantiere

MADDALONI- Si va avanti, non senza intoppi, nel programma di rifacimento e adeguamento dei sottoservizi delle strade cittadine. Dopo via Mercorio, il rifacimento (in atto e progressivo) di corso I Ottobre, tocca via Orazio de’Carlucci. Avviata l’installazione del cantiere.

Vicesindaco Corbo di che si tratta? E quali opere sono previste?

Esiste un programma di riqualificazione delle strade cittadine che continua, senza soluzione di continuità dalla passata consiliatura. Dopo via Serao, via Sant’Eustacchio, via Sergente Del Monaco, parte di piazza Ferraro, via Padre Pio, via Feudo, via Mercorio e parte di corso I Ottobre, si continua con le strade in elenco sa sottoporre a ristrutturazione. E’ il turno di via de’Carlucci. Sarà rifatto il tappetino ovvero la pavimentazione e la rete idrica.

In concreto, la risposta contro le perdite idriche e le buche?

Non solo. C’è bisogno di una riqualificazione come è stata avviata in via Feudo. Sottoservizi, rifacimento asfalto ma anche marciapiedi e spartitraffico. I problemi sono tanti e non possono essere affrontati tutti subito e in contemporanea. Si procedere pezzo dopo pezzo. Ora si procede in via de’Carlucci.

Quindi, vi sono altri interventi in lista di attesa prossimi?

Si, ce ne sono e sono anche finanziati. Sono ben quattro: interventi radicali in via Napoli secondo tratto, via Carmignano, fogna in via Baldina primo tratto. Si interverrà in tutto il centro storico pedemontano che ruota intorno ai Formali. Per centrare l’obiettivo saranno spesi anche 750 mila euro non utilizzati per il dopo terremoto. Ci sono anche i fondi del «Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) Terra dei Fuochi». Con circa due milioni e mezzo di euro, saranno rifatte le fogne e le condutture dell’acquedotto in via Carmignano e via Napoli II una tratta per circa cinque chilometri di lunghezza.

Redazione