00 2 min 3 mesi

Carabinieri della Stazione di Montella hanno denunciato un 21enne della provincia di Taranto (già noto alle Forze dell’Ordine) ritenuto responsabile di “truffa”.

All’esito delle indagini dei militari dell’Arma, a seguito di denuncia sporta da un uomo di Montella, sono emersi elementi di reità nei confronti del giovane che, attraverso l’invio alla vittima, sulla sua utenza cellulare di un sms falso proveniente da Poste Italiane, comunicava che vi era stato un accesso anomalo al suo conto corrente, dovendo quindi immediatamente modificare, attraverso un link in allegato, le sue credenziali di accesso e la password. Addirittura, subito dopo aver ricevuto l’sms, l’uomo veniva contattato telefonicamente dal 21enne, qualificatosi quale dipendente delle Poste Italiane il quale lo sollecitava ad effettuare una transazione di 7.500 euro su una carta PostePay.

Per il responsabile è scattato il deferimento in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino ricordano che le truffe online sono, per la maggior parte, veicolate attraverso email o SMS che sembrano provenire da fonti affidabili. Bisogna sempre controllare il mittente di questi messaggi e, soprattutto, non bisogna mai fornire i propri codici identificativi e/o i propri dati personali.

Redazione