00 1 min 4 settimane

Il 23 marzo, ad Angri, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare del “divieto di avvicinamento alla persona offesa” emessa, su richiesta di questa Procura, dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore nei confronti di un 41 enne indagato “maltrattamenti nei confronti di familiari o conviventi” nei riguardi dell’ex compagna. Le indagini avviate dopo la denuncia della vittima hanno permesso ai Carabinieri di ricostruire gli eventi e raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei riguardi dell’indagato che non accettando la fine della relazione sentimentale avrebbe cominciato a maltrattare la donna con la quale conviveva, costringendola ad allontanarlo dalla propria abitazione. Il provvedimento cautelare è ovviamente suscettivo di impugnazione e le accuse cosi formulate saranno sottoposte al vaglio del giudice nelle fasi ulteriori del procedimento.

Redazione