00 3 min 1 mese

Si è svolta stamane, presso il Palazzo del Governo, una riunione convocata dal Prefetto di Caserta Giuseppe Castaldo, d’intesa con il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli Maria de Luzenberger Milnernsheim e con la partecipazione del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania Ettore Acerra, sui temi del disagio giovanile e della dispersione scolastica, anche a seguito delle recenti disposizioni introdotte dal “decreto Caivano” sul rafforzamento del rispetto dell’obbligo di istruzione dei minori. L’incontro, al quale hanno partecipato il Presidente della Provincia, il Sindaco di Caserta e Presidente ANCI Campania, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale e i vertici provinciali delle Forze di Polizia, ha rappresentato l’occasione per un primo esame del fenomeno, attraverso l’analisi dei dati relativi all’evasione ed elusione scolastica in provincia di Caserta, che si attesta al secondo posto in ambito regionale. Obiettivo della riunione quello di consolidare un’alleanza delle Istituzioni coinvolte – magistratura minorile, Sindaci, Dirigenti Scolastici – per assicurare il tempestivo ed efficace scambio informativo nell’attuazione della nuova procedura, che inizia con la segnalazione degli Istituti scolastici ai Sindaci sui casi di mancata frequenza ai fini dell’ammonimento alle famiglie da parte dei primi cittadini, che può tradursi, in caso di inottemperanza, nell’applicazione dell’art. 570-ter c.p. introdotto dal “decreto Caivano”. Ciò anche nell’ottica di prevenire situazioni di povertà educativa ed esclusione sociale dei minori che, in “fuga” dal mondo della scuola, rischiano di avvicinarsi a contesti di devianza e criminalità. Nel corso della riunione è stata condivisa l’opportunità, da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale, di indirizzare specifiche linee-guida ai Dirigenti scolastici, cui farà seguito una direttiva di ANCI Campania ai Sindaci della Regione per rafforzare la rete inter-istituzionale sul territorio. L’incontro di oggi costituirà un punto di partenza per la convocazione di successivi tavoli dedicati ad alcuni comuni del territorio ove si registrano le maggiori criticità. Al termine, il Prefetto Castaldo, nel ringraziare il Procuratore e il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania per la condivisione dell’iniziativa e i presenti per i contributi di riflessione sui temi affrontati, ha espresso un particolare apprezzamento a tutto il personale scolastico per il prezioso lavoro svolto quotidianamente, anche in contesti di fragilità, sottolineando l’importanza di rinsaldare il patto educativo “scuola/famiglia” quale strumento indispensabile per formare i cittadini del futuro.

Redazione