00 1 min 1 mese

Si era collegato alla rete pubblica del Comune prelevando in maniera del tutto gratuita l’energia elettrica utile all’alimentazione della sua abitazione.

Il 47enne di Roccamonfina, in provincia di Caserta, era già riuscito ad assorbire fraudolentemente energia elettrica per oltre 6.000 euro quando il personale tecnico dell’Enel, dopo aver visionato i dati relativi ai consumi, ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri.

Gli approfonditi controlli eseguiti dai militari nell’ultimo periodo, riscontrati anche con le effettive erogazioni sulla rete pubblica, hanno permesso di scoprire l’allaccio abusivo realizzato dal 47enne.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, questa mattina è stato accompagnato in caserma e denunciato in stato di libertà. Dovrà rispondere di furto aggravato di energia elettrica.

Redazione