10 4 min 2 mesi

Lunedì consiglio comunale in Santa Maria a Vico in cui spicca la mozione di richiesta azzeramento giunta presentata dall’opposizione e precisamente da Città di Idee.

A nostro avviso vi sono dei dubbi di ammissibilità. Si tratterebbe di una mozione di sfiducia nei fatti, ma non presentata in base alla norma di Statuto che prevede una quorum per la presentazione, ma in base all’art 19 del regolamento sul funzionamento del consiglio comunale. Tale norma che però, a nostro avviso, escluderebbe il consiglio da una decisione di tale portata quale la richiesta azzeramento giunta.

Nel caso si arrivasse a discussione e voto, pensiamo che comunque la maggioranza ne uscirà indenne, ma si aprirà una conta interna che potrebbe creare più di un malumore.

Intanto, la maggioranza diffonde un manifesto dal titolo Basta!!! che non è che aggiunge molto alla discussione sulla questione intercettazioni. Si ribadiscono i soliti concetti come è tutto fango, manovra dell’opposizione, senza però andare al centro della questione.

Al momento in cui scriviamo il “posto” lasciato in giunta da Marcantonio Ferrara non è stato ancora coperto, mentre quello in consiglio comunale sarà coperto dall’entrante Pasquale Iadaresta, già assessore e presidente del consiglio comunale.

In Arienzo continua il Christmas Village e continua anche la critica dall’opposizione con Mattia Vigliotti e dello strano atteggiamento delle ditte che operano in Arienzo. Stavolta Vigliotti lamenta il fatto che la ditta, unica, che aveva presentato un’offerta con un ribasso dell’1% per i lavori al Galilei, si è poi ritirata.

La ditta è stata scelta secondo il criterio della procedura negoziata. Giustificazione curiosa è stata la mancanza di personale specializzato. In genere prima di presentare un’offerta e aggiudicarsi un lavoro bisognerebbe sapere se si hanno le competenze per affrontarlo. Inoltre la ditta se ne accorge dopo due mesi di non essere in grado di eseguire i lavori.

Un danno certamente per tutti.

Comunque la notizia della settimana è certamente la elezione in consiglio provinciale di due politici suessolani. Politici poi di un certo peso visto che sono entrambi sindaci, come Emilio Nuzzo da San Felice a Cancello e Giuseppe Guida da Arienzo.

Per quest’ultimo comune un risultato storico, infatti Guida sarà il primo consigliere provinciale della storia.

Chiudiamo con Cervino con l’amministrazione comunale e l’associazione CerMes che stanno mettendo su una cosa che ci pare di una certa eccezionalità. Il 30 dicembre vi sarà il presepe vivente per le vie del paese, ma attenzione che ci saranno anche degli artisti di spessore presenti. Per esempio Roberto Colella frontman del gruppo “La Maschera” che noi amiamo particolarmente, Luca Rossi attore ed esponente, tra i più rappresentativi, della tammorra; mSuonatori per caso, musicisti e promotori delle radici culturali del Sud Italia; Carla D’Orio, attrice e interprete della sceneggiata napoletana; Annalisa di Pinto, violinista. A nostro avviso un evento da non perdere.

Tra meno di una settimana il premio Pungiglione d’Oro.

Resta sempre aggiornato con le notizie di GiornaleNews – Tutte le notizie in tempo reale

PUNGIGLIONE blog – Opinioni su Politica e Cultura della Valle di Suessola

Alfredo Ferrara