0 00 2 min 2 mesi 97
Tre ore e 27 minuti di gioco, l’italiano gioca una grande partita ma deve arrendersi di fronte al campione serbo

Si ferma in finale il sogno di Matteo Berrettini di diventare il primo italiano a vincere a Wimbledon. Sull’erba londinese a trionfare è Novak Djokovic: per il serbo è la sesta vittoria in terra inglese, la terza consecutiva. In quasi 4 ore di gara Berrettini si è arreso solo al numero 1 al mondo, cha ha superato il tennista italiano in rimonta. Primo set infatti vinto da Matteo 7-6, poi esce fuori tutta la forza di Nole che si aggiudica 3 set consecutivi per 6-4, 6-4 e 6-3. Con questo successo Djokovic raggiunge Rafael Nadal e Roger Federer a quota 20 successi nei 4 tornei più importanti del circuito. In bacheca, oltre alle 6 vittoria a Wimbledon, 9 Australian Open, 2 Roland Garros e 3 degli Us Open.

Sensazioni incredibili, troppe da gestire. Anche in questo Novak è più bravo di me, nel gestire le emozioni intendo“, le parole di Berrettini subito dopo il match. “Lui sta scrivendo la storia di questo sport. È stata una finale bellissima, spero solo che non sia l’ultima della mia carriera. Faccio i miei complimenti a Novak e a tutto il suo team. Ringrazio la mia famiglia, il mio team e i miei amici. È stato un lungo viaggio: per me non è una fine ma un inizio. Continueremo a provarci“.