0 00 1 min 6 anni 111

Un_senzatetto_a_New_York
Probabilmente, il 76enne Salvatore D’Angelo, era uno di quelli che la società definisce invisibili; ossia quelli senza fissa dimora, un po’ naif che vagano senza meta da una zona all’altra.
E’ morto questa notte presso il nosocomio maddalonese dove spesso stazionava in sella alla sua motoretta per disabili in preda ad un arresto cardiaco.
Il personale medico e paramedico, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. D’Angelo, non era nemmeno entrato all’interno della struttura ospedaliera; infatti è stata notata la sua presenza dal personale sanitario in via del tutto casuale.
L’ansiano, era tornato nella sua Maddaloni dopo aver vissuto gran parte della sua vita negli Stati Uniti d’America.
Sul posto, è giunta una pattuglia del locale commissariato di Maddaloni. Il magistrato di turno, a quanto pare, non ha disposto nemmeno l’autopsia sul corpo del D’Angelo poichè trattasi di morte naturale.