0 00 2 min 4 settimane 254

MADDALONI- Accelerazione delle procedure. Ma la sensazione è che è sempre accesa la contesa per l’aggiudicazione del nuovo appalto Nu. Dopo il ricorso al Tar, per l’esclusione giudicata penalizzante per le piccole aziende, dopo la successiva riammissione, si è aperto un nuovo fronte: presso la stazione unica appaltante è incominciata la fase di giustifica delle offerte al ribasso. Sono due le aziende che dovranno fornire indicazioni sulla riduzione delle offerte sulla cui ammissibilità, pena l’esclusione, si esprimerà la stazione unica appaltante. Si è entrati nella fase cruciale. Contrariamente al comune sentire, c’è stata una svolta: le decisioni, che saranno assunte nel mese di settembre, risulteranno decisive sui criteri di aggiudicazione. E’ una fase molto delicata perchè ogni decisione è passibile di essere impugnata innanzi alla magistratura amministrativa. Calendario alla mano, in assenza di contenziosi, entro la fine dell’anno (ma anche prima) dovrebbe essere chiusa la procedura di aggiudicazione. L’attenzione, visto che si tratta di un servizio innovativo e molto atteso, è massima. E c’è anche una certa impazienza. Intanto, continua la gestione in regime di proroga del servizio affidato a Velia Ambiente. In attesa del nuovo appalto (23 milioni di euro per cinque anni), questa fase di transizione fa registrare polemiche mai superate relative all’adeguamento dei mezzi d’opera. Il ritardato adeguamento del parco automezzi e guasti ai mezzi d’opera in dotazione periodicamente creano problemi ai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti.