0 00 4 min 2 mesi 617
Il diploma all’Alberghiero Villaggio dei Ragazzi, la gavetta, la formazione, i ristoranti a cinque stelle e finalmente la sua creatura, il risto-cocktail “Punto G” a Caserta

Piccoli chef crescono e si avviano verso il mondo dei grandi con un percorso fatto di formazione, gavetta e tanta “fame” di affermarsi nel non facile mondo della ristorazione. E’ il caso di Antonio Oliva, 24 anni da Maddaloni e un curriculum quasi da veterano. Il diploma presso l’Istituto Alberghiero del “Villaggio dei Ragazzi” nel 2017, tutta la trafila nelle brigate più prestigiose d’Italia, prima delle esperienze “in proprio” culminate con la recente apertura di “Punto G”, il locale novità di via Ferrante a Caserta dove il mondo dei cocktail incontra la cucina di qualità.

Antonio ha deciso, già tenera età, quale sarebbe stata la sua strada e sin giovanissimo ha iniziato a lavorare nelle cucine, senza mai dimenticare la scuola, fonte di ispirazione della sua passione. “Gli anni al Villaggio dei Ragazzi sono stati fantastici e fondamentali. La Fondazione – dichiara chef Oliva – mi ha dato la possibilità e soprattutto l’opportunità di fare le prime esperienze, venendo incontro alle mie esigenze visto che sono stato uno studente-lavoratore. Non smetterò mai di ringraziare tutti i docenti che ho incontrato sul mio percorso e soprattutto la Preside Linda D’Onofrio”. Dopo i primi approcci nel mondo della ristorazione tra Caserta e Benevento (“Morsi & Rimorsi”, “Tre Farine”…), sono arrivate le esperienze a cinque stelle nei ristoranti di Taormina, Positano e Padova, fino al ritorno nelle terre natie.

Antonio Oliva
Antonio Oliva sarà tra i rappresentanti della Campania in quel di Perugia al concorso “Emergente Chef”, sfida tra i migliori cuochi under 30 d’Italia

Il prossimo 10 Ottobre, Antonio Oliva sarà a Perugia per difendere i colori della sua Regione all’interno del prestigioso concorso “Emergente Chef”, la challenge creata da Luigi Cremona che mette in sfida i migliori talenti under 30 d’Italia. Una sorta di campionato juniores che precede il debutto in prima squadra. “Già il fatto di esserci è un motivo di felicità. “Emergente Chefè un appuntamento prestigioso, uno step importante per chi fa il mio lavoro. Nel passato vi hanno partecipato Chef che poi sono arrivati alla Stella Michelin. La concorrenza è dura – sorride Antonio – ma cercheremo di sorprendere la giuria”. Antonio ha radici maddalonesi profonde e nel lungo girovagare per l’Italia non ha mai dimenticato la sua città al punto tale che con i carciofi (prodotto simbolo di Maddaloni) ha creato uno dei suoi piatti più apprezzati.

“La scuola è fondamentale: può regalarti importanti opportunità ed accendere la tua passione”

Per me non deve esistere il piatto simbolo dello chef, bisogna sempre inventare e dare sfogo alla fantasia. Con i carciofi, però, ho voluto realizzare un vero omaggio alla mia città. Un piatto dove il carciofo viene declinato in tutti i modi possibili: fritto, in salamoia ed accompagnato da una salsa naturale estratta dalla pianta ed amalgamata con altri prodotti naturali come la liquirizia”. Il presente di Antonio Oliva si chiama “Punto G”, nuova esperienza di ristorazione non solo per la movida. Una GinTonicheria unica del suo genere dove gli squisiti cocktail sono accompagnati da piatti di esclusiva qualità. L’eccellenza dei prodotti utilizzati resta l’inequivocabile biglietto da visita del locale. Piccoli Chef crescono: Antonio Oliva da Maddaloni non ha nessuna intenzione di fermarsi.

LA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI GIORNALE NEWS: METTI MI PIACE E RESTA SEMPRE AGGIORNATO!!