0 00 4 min 2 mesi 194
Risultato bugiardo condizionato da una clamorosa svista del direttore di gara in occasione del vantaggio isolano. I padroni di casa restano in vetta alla classifica

La Maddalonese cade ad Ischia con un risultato bugiardo in una partita dove inesperienza ed errori arbitrali hanno pesato sull’andamento del match. Per 89 minuti i ragazzi di mister Bovienzo hanno tenuto le velleità della capolista con piglio e sicurezza, per poi crollare a partita ormai compromessa. Turno infrasettimanale disputato in un clima di grande emozione. L’Ischia tornava al “Mazzella” dopo i tragici fatti dell’alluvione ed entra in campo con in maglia nera dove sono riportati i nomi delle vittime.

Il pubblico segue la gara in silenzio nel giorno di lutto cittadino e tutta la Maddalonese rende omaggio al popolo ischitano deponendo un omaggio floreale sotto la tribuna gialloblù. Primi venti minuti di sostanziale equilibrio con folate da entrambe le parti ma sostanzialmente senza pericolo per i portieri. Al 30’ il fattaccio con Matute che colpisce al volto Solpietro, arbitro e guardalinee sorvolano con sufficienza e Longo vola in contropiede per siglare la prima rete con la maglia isolana.

Il capitano dell’Ischia, Davide Trofa, con la maglia dedicata alle vittime dell’alluvione
Il neo acquisto Longo debutta con una doppietta. Momenti di grande emozione nel giorno del lutto cittadino per le vittime dell’alluvione

Solo nel recupero del primo tempo una nuova azione pericolosa dei padroni di casa con Simonetti che suggerisce al centro per Padin ma l’inzuccata di testa termina fuori. Al 58’ azione di rimessa dell’Ischia con il solito Longo pescato sul filo del fuori gioco che non ha problemi ad insaccare il 2-0. Sale prepotentemente il dominio dell’Ischia ma la gara resta in equilibrio. Occasioni a raffica per Longo, Simonetti e Trofa che trovano un salvataggio sulla linea di Fibiano ma soprattutto le parate straordinarie di Cerreto.

La Maddalonese prova a riaprire il match e a regalarsi l’arrembaggio finale e per poco non ci riesce. All’82’ la traversa di Toure con un bel tiro da fuori area, subito pareggiato dal palo di Patalano. Di Mauro affonda sulla fascia e la Maddalonese crea qualche brivido alla difesa isolana fino alla rete di Alessandro De Marco al minuto 84’: l’attaccante sigla l’ottavo centro personale con un diagonale perfetto sull’uscita del portiere.

L’omaggio della Maddalonese sotto la tribuna della tifoseria isolana

La Maddalonese ci crede, l’Ischia la chiude con una doppietta di un inesauribile Simonetti, migliore in campo per distanza. All’89 beffa Cerreto con un tiro dalla lunga distanza a porta sguarnita, al 91’ si regala la doppietta al termine dell’ennesima sgroppata. Ischia ancora prima con una gara da recuperare, Maddalonese attesa domenica mattina ad Arienzo (fischio d’inizio alle 11.30) contro il Pomigliano, altra big del girone.

ISCHIA-MADDALONESE 4-1

ISCHIA: Gemito, Florio (46’ Matarese), Buono, Matute (66’ Arcamone G.), Chiariello, Mattera, Simonetti, Trofa, Padin (46’Brienza), Arcamone M. (58’ Patalano), Longo (74’ De Luise). A disp.: Mazzella, Buono, Ballerino, Pesce. Allenatore: Buonocore

MADDALONESE: Cerreto, Percope, Bracale, De Marco G. (68’ De Marco G.), Della Valle (74’ Toure), Della Monica (59’ De Siena), Tansella (61’ De Stefano), Solpietro, De Marco A., Colonna (68’ Balzano), Di Mauro. A disp.: Cioce, Arciero, Viscovo, Laurenza. Allenatore: Bovienzo

ARBITRO: Andolfi di Ercolano

MARCATORI: 31’ 58’ Longo, 89’, 91’ Simonetti, 84’ De Marco A.

AMMONITI: Fibiano, Toure, Florio, Matute, Longo

ESPULSO: Bovienzo dalla panchina al 31’