0 00 4 min 3 settimane 243
E’ scomparsa a 95 anni una delle attrici più importanti ed internazionali del nostro cinema. Golden Globe, David di Donatello e Nastri D’Argento nella sua personale bacheca. Scoperta dai fotoromanzi, ha fatto innamorare gli italiani

Addio ad un’icona del cinema italiano famosa nel Mondo. Ci ha lasciato Gina Lollobrigida, attrice che ha scritto pagine e soprattutto ruoli indimenticabili del grande schermo e della televisione. Indimenticabile “Bersagliera” al fianco di Vittorio De Sica in “Pane, Amore e Fantasia“), seducente quanto materna Fata Turchina del “Pinocchio” televisivo di Luigi Comencini. Aveva 95 anni e, purtroppo, da tempo era più nota alle cronache dei salotti rosa (per una storiaccia di eredità) che a quelle cinematografiche.

Gina Lollobrigida in un recente scatto

Negli anni del boom economico ha acceso il dualismo con Sophia Loren ma entrambe, da icone sexy, hanno poi portato l’Italia sui gradini più alti delle scene internazionali grazie ad una bravura recitativa che ha stregato registi ed attori. Una carriera lunghissima, iniziata poco più che adolescente nei fotoromanzi celebrata principalmente al cinema, e terminata con alcuni film televisivi tra cui la ripresa de La romana di Alberto Moravia.Tra i riconoscimenti, un Golden Globe per il film Torna a settembre con Rock Hudson, sette David di Donatello e due Nastri d’argento. È stata nominata Cavaliere della Repubblica e nell’ottobre 1996 Accademica onoraria dell’antica Accademia delle Arti del Disegno di Firenze. 

Gina Lollobrigida nel ruolo della Fata dai capelli Turchini

Nel 1947 al concorso di Miss Italia si classificò terza, dopo Lucia Bosè e Gianna Maria Canale. Vittorio De Sica conierà per lei il neologismo “maggiorata fisica“. E fu accanto a De Sica che arrivò il momento più popolare per Gina Lollobrigida: è del 1953 il ruolo della Bersagliera, premiato con il Nastro d’Argento, in Pane, amore e fantasia di Luigi Comencini. A grande richiesta l’anno dopo gira un sequel altrettanto riuscito ma nel 1955 rifiuta la terza puntata della serie e viene rimpiazzata da Sophia Loren, sua storica rivale.

Famoso il suo dualismo con Sophia Loren. Indimenticabile il suo ruolo nel filone di “Pane, Amore e…” accanto a Vittorio De Sica, tra i primi a credere nelle sue potenzialità. Nel 1977 ancora un successo clamoroso nel “Pinocchio” televisivo

Seguono alcuni ruoli che sottolineano il tentativo di approfondimento drammatico delle sue interpretazioni, come in La provinciale di Mario Soldati e Mare matto di Renato Castellani, che rimangono le sue prove migliori. La seconda metà degli anni Cinquanta vedono la Lollo protagonista di superproduzioni internazionali come Il tesoro dell’Africa di John Huston con Humphrey Bogart e Jennifer Jones, La donna più bella del mondo biografia che lei stessa produsse su Lina Cavalieri con Vittorio Gassman in cui dà una buona prova di cantante lirica e per cui vince un David di DonatelloTrapezio di Carol Reed accanto a Tony Curtis, Il gobbo di Notre Dame (1957) dove interpreta una splendida e sensuale Esmeralda con Anthony Quinn come Quasimodo, Salomone e la regina di Saba (1959)

Il David speciale alla carriera

Nel 1977 interpreta l’indimenticabile Fata Turchina nel Pinocchio televisivo di Luigi Comencini, ma dalla metà degli anni Settanta dirada le apparizioni per dedicarsi, con successo, alla fotografia e alla scultura.Gina Lollobrigida ha attraversato la storia del cinema italiano senza mai cedere ai contratti d’oro di Hollywood ma scegliendo quasi sempre ciò che amava fare. Una diva libera che viene incastonata negli anni più felice del nostro Paese