0 00 4 min 2 mesi 211
Nella partita più importante della stagione, clamorosa sconfitta contro la penultima in classifica che passa ad Arienzo grazie alla rete siglata da Liguori al 50′

La Maddalonese perde la partita della vita e si complica da sola il cammino verso la salvezza. Un KO tra i più amari ed immeritati con il risultato finale che non ha reso merito a quanto visto in campo. Novantasei minuti di gioco propositivo e costanti manovre nella metà campo avversaria che non hanno premiato una Maddalonese attesa, adesso, da 270 minuti di passione. I punti di distacco dalla zona playout sono quattro e potrebbe essere questo un vantaggio ancora importante se non fosse per il calendario che vedrà Cerreto e compagni impegnati nelle prossime due gare contro Albanova ed Ischia, le due compagini che si stanno giocando il sogno Serie D, prima del finale in quel di Pomigliano.

Ci sarà da soffrire, forse, fino all’ultimo minuto con la speranza che la sconfitta contro il Saviano non porti più conseguenze del previsto. I neroverdi di mister Manna tornano al successo e si costruiscono la speranza di un biglietto last minute per i playout. Una squadra giovane, scesa in campo senza timori, prevalentemente arroccata in difesa e brava e sfruttare una delle uniche due occasioni capitate durante il match.

Il Saviano sceso in campo ad Arienzo

La Maddalonese paga la maledizione del gol (due reti nelle ultime cinque gare) e per le ultime tre gare dovrà necessariamente ritrovare il feeling con la porta avversaria. Partenza a spron battuto dei padroni di casa che nei primi venti minuti macinano cross ed occasioni a più riprese grazie alle incursioni di Percope e Di Mauro che non trovano collante vincente. Prima della fine del tempo ci provano anche Gianluca De Marco e Solpietro ma la mira non è delle migliori.

Maddalonese padrona del campo per novantasei minuti con continua costruzione del gioco ma, il problema resta il gol. A tre giornate dalla fine sono quattro i punti di vantaggio sulla zona playout

La ripresa si apre ancora sotto il segno della Maddalonese con la sgroppata di Napolitano e il suo tiro a giro che sfiora l’incrocio. Il Saviano prende quel poco di campo che basta e si fa pericoloso per ben due volte nel giro di pochi minuti. Al 48’ la grande occasione di Casillo che si inserisce benissimo in area e fa partire una conclusione che termina di poco a lato. Al 50’ l’azione che decide la gara con Solimeno che filtra benissimo per Liguori che entra in area e fa partire un diagonale che si insacca in rete facendo cadere il gelo sul “Comunale” di Arienzo.

Iniziano 45 minuti di assalto alla diligenza con mister Bovienzo che rinuncia a mezza difesa per provare a riequilibrare il match. Un rigore non fischiato per un tocco malandrino di mani in area e tanta imprecisione negli ultimi quindici metri fanno il resto. Il Saviano si allontana dalla retrocessione diretta, la Maddalonese si regala un finale di stagione thrilling del quale si avrebbe volentieri fatto a meno

MADDALONESE-SAVIANO 0-1

MADDALONESE: Cerreto, Percope (70’ Tansella), Viscovo, De Marco G. (46’ Colonna), Lagnena (83’ De Stefano), Della Monica, Di Mauro, Solpietro, De Marco A., Napolitano, Bracale (52’ Fibiano). A disp.: Cioce, Della Valle, Arciero, Tourè, Dell’Uva. Allenatore: Bovienzo

SAVIANO: Barbato, Franza, Salvati (46’ Casillo G.), Rocchino, Angeletti, Annibale, Scoppetta (Schibano E.), D’Amaro, Solimeno, Liguori (79’ Iervolino), Esposito (74’ Saulino). A disp.: Di Sarno, Schibano F., Russo, Moschettino. Allenatore: Manna

ARBITRO: Guarino di Avellino

MARCATORE: 50’ Liguori

AMMONITI: Rocchino, Schibano E., Di Mauro, Iervolino

NOTE: spettatori meno di 100, angoli 5-2