0 00 1 min 6 anni 140

La provincia di Caserta, è prevalentemente una zona con pericolosità sismica media, dove posso verificarsi terremoti abbastanza forti. I criteri, sono stati definiti e stabiliti nell’ordinanza del PCM n. 3519/2006, che suddivide il territorio di Terra di Lavoro, in quattro zone sismiche sulla base del valore dell’accellerazione orizzontale massima (ag) su suolo rigido o pianeggiante, cha ha una probabilità del 10% di essere superata in 50 anni.
Come dicevamo in apertura, la classificazione della Provincia di Caserta, è da considerarsi nella seconda fascia dove rientrano tutti i comuni del casertano, tranne Castello del Matese, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico, Piedimonte Matese e Gioia Sannitica che rientrano nella zona 1 e quindi fanno parte di quella fascia di comuni più a rischio; mentre Mondragone, Cancello ed Arnone e Castel Volturno sono classificati in zona 3, con un rischio ed una pericolosità minore.
In calce all’articolo, la tabella emanata.
1 2