0 00 3 min 6 mesi 78

Non si sono certe distaccate, le scuole di Maddaloni, dalla curva dei contagi sempre più inquietante che si sta registrando in tutta la Regione. Un giovedì nero per l’istruzione locale con nuovi casi registrati anche nelle località limitrofe. Superiori, Medie ed Elementari: le ultime ore non hanno risparmiato nessuno. Una classe già ufficialemente in quarantena all’ “Aldo Moro” di via Viviani con grande preoccupazione da parte di docenti e famiglie che stanno attendendo le indicazioni sul da farsi da parte dell’ASL. Non va meglio in quel di Cervino dove, all’Istituto Comprensivo “Fermi“, la situazione sembra essere diventata ingestibile con molti nuclei familiari costretti a rimbalzare tra DAD e lezioni in presenza mentre i contagi continuano a schizzare in maniera esponenziale. I rappresentanti dei genitori hanno chiesto un incontro urgente con il Commissario Prefettizio, Stefano Italiano, per decidere sul da farsi specialmente per venire incontro alle famiglie che registrano casi COVID al loro interno. I genitori dei bambini, riunitesi attraverso gli onnipresenti gruppi whatsapp, pare stiano valutando a far disertare le lezioni in presenza. La paura del contagio “scolastico” sta iniziando ad assumere le sembianze di una spada sulla testa. La notizia dell’ultima ora, invece, arriva dal Liceo Scientifico “Cortese” con un alunno di una classe seconda risultato positivo al tampone. La classe è stata già messa in isolamento e i docenti, al momento in cui scriviamo, stanno cercando di capire l’iter per la verifica tampone. Questi sono solo alcuni dei casi venuti alla luce nella giornata di oggi che si sposano perfettamente con l’andamento che si sta registrando in tutti i comuni della Campania. Il tutto ovviamente si aggiunge alla già delicata situazione del “Convitto Nazionale” di Maddaloni, alla recente ordinanza del sindaco di Arienzo (LEGGI NOSTRO SERVIZIO) e alla difficile situazione che si sta vivendo a San Felice a Cancello (LEGGI NOSTRO SERVIZIO DICHIARAZIONI ASSESSORE AL RAMO)