00 2 min 2 mesi

I militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Formicola (CE), unitamente ai medici veterinari dell’ASL Caserta – “U.O.V. Matesino C” di Caiazzo (CE), hanno svolto una verifica presso un’azienda zootecnica, sita in comune di Caiazzo (CE) alla località Cameralunga, con allevati n.26 capi bovini.

All’esito del sopralluogo si è rilevata la presenza di rifiuti speciali (materiali ferrosi di vario tipo, pneumatici, bidoni ed altri materiali in plastica, etc.) depositati alla rinfusa su tutto il plesso aziendale, nonché nella letamaia aziendale è risultato stoccato un notevole quantitativo di effluenti zootecnici che raggiungeva un’altezza di circa 3 metri al di sopra della superficie. Inoltre, in zona limitrofa alla letamaia è risultato depositato un ingente quantitativo di effluenti zootecnici.

Riguardo alla documentazione inerente la gestione dei rifiuti e quella inerente l’utilizzazione agronomica degli effluenti zootecnici, l’allevatore nulla è riuscito a produrre agli accertatori.

Pertanto, per quanto sopra descritto, i predetti militari hanno proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, il predetto allevatore per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali, nonché hanno proceduto al sequestro dell’intero plesso aziendale e sue pertinenze, con facoltà d’uso solo ed esclusivamente per il governo degli animali (alimentazione, mungitura, etc.).

Anche i medici veterinari dell’ASL intervenuti hanno proceduto ad effettuare i necessari controlli igienico-sanitari e di biosicurezza in merito ai quali hanno accertato e contestato delle “non conformità”.

Redazione