00 2 min 2 mesi

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Salerno hanno espletato ulteriori controlli nell’agro nocerino-sarnese finalizzati ad assicurare la sicurezza alimentare e a garantire un elevato livello di protezione del consumatore. In particolare, i militari del NAS, coadiuvati da personale dell’Asl di Salerno, hanno ispezionato un’attività di commercio all’ingrosso di alimenti ove hanno proceduto alla chiusura “ad horas” di un deposito alimentare di 200 mq, a causa delle gravi carenze igienico-sanitarie, strutturali e autorizzative rilevate, prescrivendo l’immediato trasferimento di circa 14 tonnellate di prodotti alimentari in idoneo luogo di stoccaggio. È stato ispezionato anche un laboratorio di lavorazione carni, che è stato sottoposto a un provvedimento di immediata sospensione dell’intera attività, estesa su una superficie di circa 500 mq, a causa delle difformità igienico sanitarie e strutturali rilevate (sporcizia diffusa, presenza di ruggine nelle celle frigorifere, attrezzature vetuste ed usurate, etc…). Inoltre sono stati sequestrate circa due tonnellate di alimenti (salumi e formaggi vari) sprovvisti della documentazione attestante la tracciabilità. Il valore dei provvedimenti adottati è stimato in 2.000.000,00 di euro, dei quali 12.000,00 riferiti agli alimenti sequestrati. Contestata una sanzione amministrativa per un importo pari a 1.500,00 euro.

Redazione