00 2 min 3 settimane

In vista delle imminenti festività pasquali, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha
intensificato l’attività di controllo del territorio in tutta la provincia con lo scopo di contrastare il commercio di
articoli non sicuri e potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti, arrivando a sequestrare ben oltre 55
mila prodotti.
In un primo intervento, ad Eboli, i finanzieri del locale Gruppo hanno rinvenuto, in un esercizio commerciale,
oltre 18.000 prodotti privi delle necessarie certificazioni, delle indicazioni e delle avvertenze per l’uso, in lingua
italiana, previste dalla normativa in materia di tutela del consumatore, mentre in un secondo caso, le Fiamme
Gialle della Compagnia di Cava de’ Tirreni, in un negozio di Nocera Inferiore, ne hanno ritrovati oltre 38 mila,
anch’essi non riportanti un’adeguata informazione e privi degli standard minimi di sicurezza.
La merce, posta sotto sequestro amministrativo e sottratta così al circuito di vendita, consiste in accessori vari,
materiale elettrico, decorazioni e gadget a tema pasquale, esposti per la vendita e pronti per essere
commercializzati.
All’esito delle operazioni, gli esercenti sono stati segnalati alla competente Camera di Commercio per
l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative.
La Guardia di Finanza conferma la costante attenzione al contrasto dell’immissione in commercio di articoli non
sicuri, che danneggia il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che si attengono ai rigidi dettami
delle normative comunitarie e nazionali, introducendo in commercio articoli di qualità ed elevati standard di
sicurezza a tutela dei consumatori.

Redazione