00 2 min 2 mesi

I1 23 febbraio scorso, presso la Sala Convegni del Palazzo del Governo, si è svolta una “mattinata di studio”, organizzata in collaborazione tra la Prefettura di Caserta e l’Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d’Anagrafe sul tema “Acquisto della cittadinanza nelle competenze dell’ufficiale di stato civile e crisi della coppia”. L’iniziativa, con la partecipazione del docente ed esperto ANUSCA Renzo Calvigioni, alla pre-senza del referente provinciale di ANUSCA, ha registrato una grande partecipazione da parte degli ufficiali ed operatori dei comuni della provincia, che quotidianamente si confrontano con i “servizi di competenza statale” affidati ai Sindaci dal Testo Unico sugli Enti Locali. Nel corso della mattinata sono state affrontate tematiche di grande interesse ed attualità relative agli atti dello stato civile riguardanti i cittadini stranieri e alla crisi della coppia, con l’esame della costituzione e dello scioglimento di unioni civili e della separazione e divorzio in caso di matri-monio, anche attraverso l’illustrazione di quesiti e casi pratici. Il Prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, nell’intervento introduttivo, ha sottolineato la rilevanza dei compiti che gli amministratori locali esercitano quotidianamente quali ufficiali di governo, co-stituendo un “punto di riferimento” costante tra i cittadini-utenti e la Pubblica Amministrazione. “Desidero esprimere un particolare apprezzamento agli operatori per il lavoro preziosissimo che svolgono, accogliendo il cittadino dal primo momento di vita e accompagnandolo in tutto il suo percorso. L’attività di questo personale ha consentito di raggiungere importanti risultati in termi-ni di semplificazione, anche attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti digitali come la CIE, obiettivi che rispondono agli interessi della cittadinanza in tutta la provincia di Caserta. Ringrazio, inol-tre, l ‘ANUSCA per la promozione di questa giornata, che rappresenta un’opportunità di crescita e di aggiornamento professionale per gli addetti al settore”.

Redazione