0 00 3 min 4 giorni 334
Quattordici anni il prossimo agosto, il boxer calatino è già campione regionale: la vittoria nel torneo esordienti categoria Schoolboy ad Avellino

Largo ai giovani, nella vita come nello sport. Soprattutto quando fin dai primissimi istanti dimostrano di avere la stoffa per arrivare lontano. È questo il caso di Christian Mazzella, pugile maddalonese di quasi 14 anni, che a dispetto dell’età ha avuto già modo di mettere in mostra le sue qualità e potenzialità. E chissà se in terra calatina non stia crescendo sotto i nostri occhi un astro nascente del pugilato campano e italiano. Le premesse ci sono tutte, tant’è che Christian si è già fregiato del titolo di campione regionale AOB alla fine di un doppio incontro che si è svolto nel torneo – esordienti categoria Schoolboy – avuto luogo ad Avellino lo scorso 25-26 febbraio.

Nella sua personalissima bacheca anche la vittoria nel torneo “Cintura Siciliana”, organizzato dalla Cavallaro Boxing Team Catania del maestro Giovanni Cavallaro. Una società pugilistica di livello che nel 2021 si è imposta ai vertici della classifica nazionale di merito. Per chi non è avvezzo alla boxe, l’AOB (Aiba Open Boxing) è la sigla nella quale l’International Boxing Association (AIBA) racchiude tutti quei tornei un tempo considerati per dilettanti, sia a livello nazionale che internazionale.

La prima volta che il classe 2008 ha indossato i guantoni è stato nel 2017: attualmente è tesserato alla Federazione Pugilistica Italiana con il gruppo sportivo della Polizia di Stato “Fiamme Oro” – sezione giovanile Marcianise. Christian ha tutta l’intenzione di lavorare con passione, determinazione e sacrificio per raggiungere gli obiettivi prefissatosi. Anche grazie alla guida dei suoi maestri, eccellenze come Antonio Brillantino, Francesco Rossano e Luigi Gallo. Per loro una vita spesa nella preparazione di giovani campioni, allo scopo di condurli nel raggiungimento dei più alti traguardi sportivi.