0 00 1 min 2 mesi 147

«Non possono e non devono esistere alternative al sorteggio integrale degli scrutatori. Parcellizzazioni e tentativi di avviare percorsi diversi non garantiscono quella trasparenza e quella imparzialità che ci chiede la città. Come gruppi di opposizione abbiamo votato l’ingresso in commissione del collega Raffaele Giovine perché lo ritenevamo nostro garante in quel percorso di trasparenza e legalità. Lo esortiamo pertanto, assieme agli altri componenti dell’organismo, a deliberare in maniera chiara circa il sorteggio. La città non capirebbe scelte diverse da parte della commissione elettorale che andrebbero nella direzione di tutelare rendite di posizione. La politica è chiamata a dare un segnale di maturità». Lo dichiarano i capigruppo di Casertiamo e Casertatu Pio Del Gaudio e Roberto Desiderio.