0 00 4 min 2 mesi 195
Foto: © SSC Napoli
Partita “agostiana” al Bentegodi, in cattedra Lobotka e Kvaratskhelia: primi 3 punti per il Napoli di Spalletti

Fischio d’inizio anche sul campionato del “nuovo” Napoli di Luciano Spalletti. In attesa che il calciomercato regali al tecnico toscano i 3 acquisti – Ndombele, Navas e Raspadori – che potrebbero cambiare le premesse e le aspettative della nuova stagione, gli azzurri si presentano a Verona, “scippato” di Simeone proprio dai partenopei, con 2 dei volti nuovi tra l’undici titolare, Kim Min-jae e Kvaratskhelia. Non ci mette tanto il georgiano prima di lasciare intravedere alcune delle sue qualità e dal suo destro parte una delle 4 occasioni azzurre che caratterizzano i primi 20 minuti del match del Bentegodi.

Si gioca in una sola metà campo, sul piede di Osimhen la chance più importante per cambiare il risultato. Poi il “cooling break” dà la scossa al Verona e Lasagna lasciato solo supera Meret. Un presagio di quello che potrebbe essere la giornata del Napoli è il palo colpito subito dopo da Anguissa, ma nemmeno la sorte salva gli scaligeri dall’ennesima sgroppata di Lozano che serve l’assist per il colpo di testa vincente di Kvaratskhelia. Debutto migliore non poteva esserci per Khvicha. 80% di possesso palla dei partenopei nei primi 45 minuti, il vantaggio firmato Osimhen pochi secondi prima dell’intervallo certifica la supremazia della squadra di Spalletti.

Difesa del Napoli da rivedere: alla ripresa subito il pareggio dell’Hellas, stavolta a saltare quasi indisturbato Henry. Il 2-2 dura poco, Zielinski trasforma in rete la ripartenza del Napoli (assist di Kvara). Secondo tempo con le due squadre che perdono leggermente le distanze, ci sono più errori e più spazi. In uno di questi si infila in progressione Lobotka che con un tocco delizioso cala il poker. Il doppio vantaggio mette al sicuro gli azzurri, il Verona non trova il modo di reagire e il neo entrato Politano fissa il risultato sul 5-2. La testa è già alla prossima sfida con il Monza al Diego Armando Maradona.

TABELLINO

Verona: (3-5-2): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Amione (58′ Retsos); Faraoni, Tameze, Hongla (67′ Barak), Ilic, Lazovic; Lasagna (72′ Djuric), Henry (59′ Piccoli)
A disposizione: Chiesa, Berardi, Magnani, Coppola, Cortinovis, Sulemana, Terracciano. Allenatore: Cioffi

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim Min-jae, Mario Rui (83′ Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (75′ Zerbin); Lozano (76′ Politano), Osimhen (83′ Ounas), Kvaratskhelia (68′ Elmas)
A disposizione: Sirigu, Marfella, Juan Jesus, Ostigard, Zanoli, Demme. Allenatore: Spalletti

Arbitro: Fabbri di Ravenna Var: Di Paolo Avar: Bindoni
Reti: 29′ Lasagna 37′ Kvaratskhelia 48′ p.t. Osimhen 48′ Henry 55′ Zielinski 65′ Lobotka 79′ Politano
Ammoniti: Hongla (V), Amione (V), Osimhen (N), Kim (N)
Angoli: 4-8
Recupero: 2′ p.t., 5′ s.t.